VIDEO Eventi, Politica

Per la prima volta la Valle d’Aosta porta a Roma una donna: Elisa Tripodi eletta alla Camera

Aosta - La candidata del M5S conquista un seggio alla Camera superando di circa 1000 preferenze Alessia Favre.

Per la prima volta la Valle d'Aosta riesce a portare a Roma una donna e non di area autonomista. L'onda lunga del risultato nazionale, con il M5S primo partito, arriva in Valle d'Aosta. E così la grillina Elisa Tripodi, 31 anni consulente assicurativo, conquista la corsa per un seggio alla Camera. Il voto disgiunto alla fine si è avverato, ma non come in molti avevano pronosticato alla vigilia.

Il candidato della coalizione fra Alpe, Stella Alpina e Pnv, Giampaolo Marcoz, su cui in tanti avevano scommesso, si ferma al terzo posto, con il 18,41% (11.865 voti). Soltanto ad Aosta il notaio scalza Alessia Favre dal secondo posto (4439 voti per Tripodi, 3334 per Marcoz e 3304 per Favre). 

15.600 preferenze ottenute dalla grillina pari al 24,21% (mancano tre sezioni), 13797 quelle di Favre sono  il 21,41%. La candidata Uvp non riesce a vincere neppure in casa a Saint-Pierre (415 i voti di Tripodi, 397 Favre).

Ai piedi del podio il candidato della Lega Luca Distort con 11.243 preferenze, pari al 17,44%.
Nel 2013 il candidato della coalizione fra Uv, Stella Alpina e Fed, Rudi Marguerettaz vinse la competizione con 18.376 pari 25,37%, staccato di poco dal candidato di Uvp, Laurent Viérin con 18.191 pari al 25,11%. Terzo Jean-Pierre Guichardaz con il 19,80% mentre Roberto Cognetta del M5S  con il 18,50%.

 

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>