Sport
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 3:35

Continua l’egemonia della Calvesi al 7 Torri: nuova vittoria al maschile e femminile

Aosta - Brunier e Aymonod, a cui si è aggiunto quest’anno Kagia, concedono il bis dopo l’anno scorso. Stesso discorso per le compagne di team Glarey e Cuneaz, che hanno potuto contare sulla grande rimonta di Charlotte Bonin

Aymonod, Brunier, Kagia

Non si ferma il dominio dell’Atletica Calvesi al Trofeo 7 Torri. La squadra del presidente Lyana Calvesi riesce nell’impresa di ripetere la doppietta dello scorso anno piazzando le due squadre di punta sul gradino più alto del podio sia nella classifica maschile che in quella femminile.

Seconda vittoria consecutiva per Lorenzo Brunier e Henri Aymonod a cui si è aggiunto, quest’anno, Samson Mungai Kagia, secondo classificato alla MezzAosta un mese fa. La staffetta (3×4 km) ha fatto registrare un tempo totale di 35’05”27, rimanendo sempre in vetta. Kagia è risultato anche l’atleta più veloce, concludendo i 4 km in 11’30”40, appena 27 centesimi più veloce di Omar Bouamer, secondo con i compagni di squadra della Polisportiva Sant’Orso Mikael Mongiovetto ed il giovane Alberto Ramellino (totale di 35’57”14). Sul terzo gradino del podio l’Atletica Cogne Aosta (36’13”67) di Alessandro Benati, Alex Ascensi e Marco Ranfone. “Sono contento di essere qui e di aver vinto per il secondo anno consecutivo”, racconta Aymonod. “Sono reduce da un quinto posto ieri al Vertical di Fully, dove ho fatto un grande tempo rispetto agli anni prima. Ora tolgo le scarpette ed inizio ad allenarmi per la stagione dello scialpinismo”. Soddisfatto anche Mongiovetto: “Non ero mai arrivato secondo al 7 Torri, e sono contento per il tempo che ho fatto [11’56”54, ndr]”. Omar Bouamer ci scherza su, dopo essere arrivato nuovamente secondo con la sua staffetta alle spalle dell’amico Lorenzo Brunier: “Solo così può battermi, ma intanto ho fatto un tempo migliore del suo”, dice ridendo.

Grande rimonta per la Calvesi in campo femminile che, dopo essere stata terza nella prima e seconda frazione, mette il turbo e risale in vetta grazie a Charlotte Bonin, miglior tempo femminile di giornata con un grande 13’40”61. Roberta Cuneaz, Irene Glarey (entrambe vincitrici anche l’anno scorso) e l’olimpionica chiudono in 42’57”67, 30” in meno del Gaglianico (Lucrezia Mancino, Majdouline Saoud e Ludovica Megna). Al terzo posto la Sant’Orso di Stefania Canale, Chantal Vallet e Giulia Collavo con 44’22”78.

Sono state in totale 48 le staffette al via, di cui 11 femminili e 37 maschili.

Il video racconto del Gruppo Matou.Tv

Tag:

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>