Società
Ultima modifica: 3 dicembre 2018 alle ore 12:45

Dal 7 dicembre il Castello Gamba si trasforma in “Château Noël”

Châtillon - Novità di quest’anno sono i laboratori legati al mondo dei mattoncini Lego®: esposizione di opere realizzate con i famosi mattoncini a cura di Piemonte Bricks LUG e realizzazione di addobbi natalizi a tema, laboratori di robotica educativa Lego® gestiti dalla Biblioteca di Saint-Vincent.

Castello Baron Gamba

Babbo Natale sta per far ritorno a Châtillon. Anche quest’anno, infatti, sarà la suggestiva cornice del parco del Castello Gamba ad ospitare “Château Noël.

Il simpatico “nonnino” accoglierà i bimbi nella sua casa dal 7 al 9, il 15 e 16 e dal 22 al 24 dicembre dalle 14 alle 18. In quest’occasione sarà possibile consegnare a Babbo Natale le preziose letterine con la richiesta di doni e ascoltare le tante storie sul periodo natalizio, anche legate alla tradizione valdostana.

Ad animare il villaggio allestito presso il parco del Castello Gamba ci saranno anche altri personaggi in costume, fra cui, solo per la giornata del 15 dicembre, Elsa e Olaf di “Frozen”.

La vera  novità di quest’anno sono i laboratori dove grandi e piccini verranno coinvolti in diverse attività, tutte aventi come protagonisti i tanto famosi mattoncini Lego®.
Il primo e il terzo weekend di dicembre, 7-8-9 e 22-23, i ragazzi di Piemonte Bricks LUG insegneranno a realizzare degli addobbi natalizi costruiti interamente in mattoncini Lego®.
I laboratori si svolgeranno ogni ora a partire dalle ore 14:30 al costo di 3 euro.
Nel weekend centrale, 15 e 16 dicembre, spazio alla robotica Lego®.
“BiblIoT – robotica in biblioteca” si trasferirà dalla Biblioteca di Saint-Vincent al Castello, dove sarà possibile costruire e programmare piccoli robot con i kit Lego® WeDo e Lego® Mindstorms EV3. Il laboratorio rivolto a curiosi e famiglie, di età superiore ai 6 anni, avrà la durata di un’ora e mezza, dalle 14:30 alle 16:00 e dalle 16:30 alle 18:00, al costo di  8 euro.

Per i genitori e il “grand public” la Soprintendenza ai beni e alle attività culturali organizza, nei giorni in cui sono previsti i laboratori per i bambini, delle visite alle collezioni permanenti di arte moderna e contemporanea.

L’iniziativa, dal titolo “Parliamo di colori”, propone attraverso il colore un percorso di visita inedito tra le opere delle collezioni, attraversando correnti figurative e momenti storici, che hanno segnato il mondo contemporaneo.

 

logo AostaSera

Siamo un team di giornalisti quasi giovani, nati e cresciuti, lavorativamente parlando, sul web.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>