Politica

Con l’autunno il comune di Aosta torna ad avere l’addetto stampa

Aosta - Superato il blocco assunzioni il Comune di Aosta ha trovato le risorse (18mila euro per il 2017 e 50mila euro per il prossimo biennio) per avere il responsabile della comunicazione mancante da gennaio dopo i rilievi fatti dalla Corte dei Conti.

Il municipio di Aosta

Sfangato ormai il blocco assunzioni – dovuto allo sforamento in passato del Patto – il Comune di Aosta ha trovato, nelle pieghe degli 'equilibri di bilancio', un nuovo spazio di manovra economico per tornare ad avere un addetto stampa. I fondi a disposizione – illustrati oggi in IV Commissione dall'assessore alle Finanze Carlo Marzi, sono di 18mila euro per il 2017 e altri 50mila per prossimo biennio.

Figura, prima di addetto stampa in seguito di 'portavoce', che manca in Comune dai primi di gennaio 2017 dopo i rilievi fatti dalla Corte dei Conti: “Faremo una selezione come prevede la normativa – ha spiegato a margine della Commissione il Sindaco di Aosta Fulvio Centoz – e gli Uffici hanno verificato che non siamo più sotto la sanzione per lo sforamento del Patto. Ora faremo alcuni approfondimenti e prepareremo il materiale necessario, ma credo che verso settembre/ottobre procederemo con un avviso pubblico al quale seguirà la nomina fiduciaria dell'addetto stampa”.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>