Cronaca
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 4:07

Un albero investe una famiglia mentre cammina in Valnontey: due torinesi in Pronto soccorso

Aosta - Per il bambino che era con loro non c'è stato bisogno di intervento sanitario. Nella zona, il vento forte ha abbattuto oggi un centinaio di piante. Diversi interventi dei Vigili del fuoco per la bonifica di alberi pericolanti in altri cinque comuni.

La pista di fondo in Valnontey - foto comune di Cogne

Sono stati investiti da un albero caduto a causa del forte vento, mentre camminavano lungo una strada innevata in Valnontey, a Cogne, nel pomeriggio di oggi, mercoledì 3 gennaio. Per le ferite riportate, un uomo di 54 anni e una donna di 49 sono stati portati al Pronto soccorso del "Parini", dopo essere stati soccorsi dal 118. L’uomo è stato successivamente ricoverato in rianimazione con prognosi riservata mentre la donna in serata è stata dimessa. Per il bambino che era assieme a loro, invece, non c'è stato bisogno di intervento sanitario. La famiglia era in Valle per qualche giorno, proveniente da Torino.

A quanto comunica il Corpo forestale della Valle d'Aosta, nel comune di Cogne e nella Valnontey il vento – che oggi ha creato non pochi problemi causando la chiusura di quasi tutti i comprensori sciistici della regione (a Valtournenche si è anche verificato anche lo "scarrucolamento" di una telecabina) – ha abbattuto un centinaio di piante, finite anche sulla pista da sci di fondo. Situazione analoga in altre località dell'alta valle: i Vigili del fuoco sono intervenuti, per la bonifica di alberi pericolanti, a Introd, Morgex, Cogne, La Salle e Saint-Nicolas. Il personale della Regione, dei comuni e del Corpo forestale sta monitorando il territorio "per segnalare situazioni di criticità o di pericolo".

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>