VIDEO Cronaca

Courmayeur, valanga sul Toula: ricerche, ma nessun coinvolto

Aosta - La zona, a quota 3.400 metri, è frequentata da freeriders e rientra in un itinerario di sci fuoripista. Le operazioni hanno impegnato l'elicottero del Sav e unità cinofile del Sagf di Entrèves.

Una valanga di dimensioni importanti si è staccata, attorno alle 12.10 di oggi, mercoledì 26 dicembre, nella zona sotto il ghiacciaio del Toula, a 3.400 metri di altitudine, sul versante italiano del Monte Bianco (Courmayeur). La segnalazione del distacco ha fatto scattare le ricerche, concluse senza aver evidenziato persone coinvolte.

L’area rientra in un itinerario di sci fuoripista ed è frequentata da freeriders. Anche in ragione della presenza di tracce nei dintorni, il Soccorso Alpino Valdostano è intervenuto con l’elicottero per verificare se la massa nevosa potesse aver investito degli sciatori.

Le operazioni, che hanno coinvolto anche il Soccorso Alpino della Guardia di finanza di Entrèves, hanno visto il ricorso al sistema elettronico di rilevazione “Recco” e ad unità cinofile. La valanga, a quanto si apprende, è stata scatenata dal “collasso” di una cornice di neve.

L’itinerario per chi compie il fuoripista, parte dalla stazione della funivia di punta Helbronner, poi raggiunge il colle orientale di Toula, quindi il ghiacciaio, da cui avviene la discesa.

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>