Brevi, Politica

Anziani, con l’ex Bellevue il Comune di Aosta risparmierà 290mila euro annui

Aosta - A spiegarlo questa mattina in Consiglio comunale l'assessore Sorbara in risposta ad un Question Time di Andrione (Gruppo Misto). L'apertura dell'ex hotel porterà alla chiusura della microcomunità di via Guido Rey, per la quale il Comune paga l'affitto.

ex Hotel Bellevue

Dopo l'annuncio, arrivano le domande. In apertura dei lavori di Consiglio comunale di Aosta è il consigliere del Gruppo misto di minoranza Étienne Andrione a chiedere conto della ripresa dei lavori dell'ex hotel Bellevue: “Nulla è stato detto sui costi di gestione della struttura – si chiede Andrione – ed è inutile che ci scorniamo su un bando anziani per poi fare strutture che non sappiamo come finanziare. Fosse anche in capo alla Regione sappiamo che non i suoi stessi bilanci non sono floridi”.

Risponde l'assessore alle Politiche Sociali Marco Sorbara: “Oggi abbiamo 4 microcomunità sul territorio, più la convenzione in atto con il centro diurno J.B. Festaz. In previsione l'apertura dell'ex Bellevue ci porta alla chiusura della micro di via Guido Rey, nella quale siamo in affitto, e che ci costa per 33mila euro, per un totale di 860mila euro. Con 1milione 60mila euro del Bellevue avremo 22 posti e 26 di centro diurno, risparmiando i soldi della convenzione con il J.B. Festaz. Facendo la sommatoria avremo un risparmio di 291mila euro all'anno”.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>