Rugby
Stade Valdôtain, pareggio amaro contro la prima della classe
Sarre - Nonostante l’ottima prestazione, sfuma nel finale la vittoria contro il VII Torino: un 24-24 che lascia ai gialloneri l’amaro in bocca.

Lo Stade Valdôtain paga a caro prezzo un inizio spento e gli ultimi 3 minuti dell’incontro odierno contro il VII Torino e, nonostante un’ottima prestazione, vede sfumare la vittoria contro la prima della classe: un 24-24 che lascia ai gialloneri l’amaro in bocca.

Inizio rabbioso degli ospiti, che attaccano subito forte e costringono lo Stade agli straordinari negli ultimi metri. Il Torino va subito in vantaggio con una meta al 5’, non trasformata. Passano appena 3 minuti, ed i gialloblù sfruttano un errore in fase di impostazione dello Stade per marcare la seconda meta (trasformata). Da qui la partita cambia volto, e sono i ragazzi di Chiesa a fare il gioco ed a travolgere gli avversari. Già al 10’ Carlino trova la meta su una bella azione di ripartenza. Pochi minuti dopo Zanuso va molto vicino a marcare su azione di Nato, ma viene fermato con le cattive a due metri dalla linea di meta e fa ammonire un avversario. È ancora Carlino, al 20’, a sfruttare la superiorità numerica per siglare la seconda meta (trasformata da Anselmet) che vale il pareggio. I Leoni non si accontentano e continuano ad attaccare, lasciando gli avversari quasi incapaci di superare la linea mediana. Nell’unica azione offensiva del Settimo, però, lo Stade si fa trovare distratto su una punizione avversaria, e la meta piemontese in mezzo ai pali viene trasformata. Nel recupero succede di tutto: cartellino rosso e ospiti costretti in 14 per tutta la gara per un brutto fallo su Frazzetta. Proprio prima del fischio finale, la meta di Nato e la trasformazione di Anselmet rimettono il risultato in parità (19-19). L’entusiasmo del pubblico trascina lo Stade, che riparte rabbioso e non concede nulla agli ospiti. Dopo un’azione insistita, al 17’ Duc è intelligente a battere una punizione alla mano ed a trovare il vantaggio. I Leoni, però, non riescono a sfruttare la superiorità numerica ed a chiudere la partita e vengono presi dalla paura di vincere, concedendo troppo campo agli avversari. Dopo tre quarti di gara in sordina, i piemontesi riprendono coraggio e trovano, al 37’, la meta del pareggio. Un pareggio che, per loro, sa di vittoria, visto che a fine gara sono gli unici ad esultare. Per lo Stade sfuma una vittoria più che meritata che avrebbe sancito l’aggancio in vetta proprio contro gli avversari di giornata ma, se dopo il derby serviva una reazione d’orgoglio, i ragazzi di capitan Gontier hanno dimostrato tutto il loro valore.

Formazione: Gontier M., Tavilla, Frazzetta S, Henriod, Lallinaj, Seghesio, Caputo, Frazzetta R, Rossi (Caponetti), Anselmet, Carlino, Duc, Nato, Babieri, Zanuso (Bacilieri). A disposizione: Brama, Monnet, Gontier S., 

Archiviato in: Media valle , Sport
1528
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche