Comune di Aosta
Bilancio 2018/20, i progetti degli assessorati del Comune per il prossimo triennio
Aosta - Superato il blocco delle assunzioni il Comune torna a cercare dipendenti. In programma nuovi lavori per il teleriscaldamento, la consegna dell'ex hotel Bellevue, la nuova segnaletica per il Centro di Aosta e la fine dei lavori in piazza Roncas.

Prima di passare la prova del Consiglio il Bilancio previsionale 2018/20 del Comune di Aosta viene aperto nelle Commissioni consiliari riunite, il momento in cui si “disvelano” le scelte strategiche e politiche dell'amministrazione. In parole povere dove – assessorato per assessorato – i soldi della finanziaria vanno a finire, e perché.

Un triennio di assunzioni
L'apertura dei lavori è affidata al Sindaco Fulvio Centoz, che apre con le spese del personale dell'ente – 16 milioni di euro complessivi, 15 per i dipendenti e 1 milione per il Sitec, la consulenza informatica e l'assistenza tecnica del Comune – e annuncia un triennio di assunzioni: “Finalmente – spiega – riusciamo a mettere in campo il Piano di assunzione triennale non avendo più i vincoli dovuto al Patto di stabilità e quelli per i prepensionamenti: dal 2018 siamo liberi, da metà anno, per le assunzioni. Dal 2011 abbiamo perso più di 50 persone, 25/30 solo negli ultimi due anni”.

Nel dettaglio, spiega Centoz: “Con i risparmi ottenuti nel 2018, oltre al dirigente dell'Area Tecnica, il cui concorso è in fase di espletamento e arriverà a maggio, assumeremo due funzionari di categoria D, un istruttore tecnico categoria C2, un coadiutore B2 e uno per le categorie protette per una spesa prevista, per metà anno, di 100mila euro”.

Tra il 2019 e 2020 arriveranno un funzionario amministrativo di categoria D, due agenti di Polizia locale un nuovo Capo operaio per un totale – a regime tra due anni – di 460mila euro di spese. Assunzioni funzionali, spiega il Sindaco, all'espletamento del Bando periferie finanziato dallo Stato.

Verrà rivista la convenzione bandistica (80mila euro), ma la novità è la spesa di 25mila euro sul 2018, 30mila sul 2019 e 2020 per l'acquisto del vestiario della Polizia Locale.

Confermate tutte le manifestazioni e lo Skate-park in Cittadella
Le manifestazioni della città, pesantemente sforbiciate 2 anni fa, sono riconfermate in blocco: “Gli eventi più grossi sono confermati – spiega la Vicesindaca Antonella Marcoz – come la festa della Musica a giugno, le animazioni musicali nelle vie del Centro, la feste di Quartiere Cogne, viale Conte Crotti, Quartiere Dora e via Saint-Martin-de-Corléans, i concerti d'organo e la Serata rossonera, oltre a GiocAosta che durerà un giorno in più e al Marché Vert Noël”.

Presto in Commissione, prosegue Marcoz, si prenderà visione degli elaborati per la riqualificazione del Mercato coperto e a breve partirà il bando per la realizzazione dello Skate-park in cemento dietro la Cittadella dei Giovani.

A proposito della Cittadella – è Lotto, 5stelle, a chiederlo – il cui contratto con gli attuali gestori scade il 7 settembre Marcoz spiega: “Ieri abbiamo avuto un incontro per tirare giù le linee guida da concordare linee con la Regione ed il Celva, ora bisogna preparare il bando e gli Uffici sono a lavoro. A breve avremo un altro incontro, stabilite le linee le illustrerò in Commissione”.

Sui recenti problemi di riscaldamento della struttura di via Garibaldi la Vicesindaca ha aggiunto: “E stato fatto lo scavo in Cittadella e scoperto il problema, credo che i tecnici siano andati di nuovo stamattina. Non era possibile lasciarli al freddo, e gli eventi in programma sono stati garantiti”.

Nel futuro, per evitare i rischi, Centoz aggiunge che: “La decisione di non allacciare Cittadella alla rete del Teleriscaldamento è stata presa dal dirigente, probabilmente sulla valutazione che la struttura fosse abbastanza recente e si presumeva che la caldaia avesse vita più lunga. Una delle prime cose che si farà per il prossimo inverno sarà l'allacciamento con Telcha”.

Ambiente: proseguono i lavori di Telcha e si apre il bando per la distribuzione del metano
Telcha sulla quale si sofferma anche l'assessore all'Ambiente Delio Donzel: “A breve approveremo il progetto per i lavori 2018. Verranno terminati quelli in corso padre Lorenzo, in viale Chabod, nelle vie Guedoz, Zimmerman, Innocenzo V Papa, Rey, Abbé Gorret, Tourneuve, e in piazza Chiarle. Per quest'anno c'è in progetto un tratto di rete da via Petitgat, Saint-Martin-de-Corléans, via Parigi, con anche la scuola Cerlogne, e un intervento di attraversamento di viale Europa”.

Donzel annuncia poi l'apertura della gara per distribuire il gas metano in Valle, col Comune in attesa degli ultimi pareri dell'Autorità Energia e Gas che aveva fatto qualche obiezione sul bando.

Capitolo rifiuti, l'obiettivo è raggiungere il 70% di differenziata: “Questo è un anno 'pre-gara' – dice l'Assessore – perché a settembre 2019 scade l'appalto con Quendoz e stiamo lavorando per un nuovo capitolato. L'obiettivo è di arrivare attorno al 70% di raccolta differenziata”.

Per la delega all'Urbanistica, legate al “Bando periferie”, ballano un po' di iniziative: una nuova pavimentazione in pietra, arredi fissi, staccionate, il ripristino dei sentieri, dei muri di sostegno, la sostituzione 5 fontanili e la posa di tubazioni “passacavo” ad Arpuilles, la realizzazione della rete gpl ad Arpuilles, Excenex e Entrebin e un progetto di ripristino di una vasca di irrigazione ad Excenex per diminuire lo spreco di acqua potabile per uso irriguo.


Viabilità, Verde pubblico e “Smart city”
“Si prosegue come negli scorsi anni nel potenziamento dei parcheggi in struttura – ha spiegato l'Assessore Andrea Paron – e dai dati si evince che rivedendo politica tariffaria c'è stato un decremento degli stalli nelle 'zone blu'”.

Per la “Smart city” servono i privati: “Il progetto – prosegue Paron – prevede la completa sostituzione del parco illuminazione del Comune con tecnologia Led e l'offerta di servizi innovativi per la città. Lo scenario dice che servirà l'intervento di privati, con l'amministrazione che dovrà scegliere tra una 'finanza di progetto' vera e propria o dei bandi preconfezionati dalla Consip”.

Novità anche per l'arredo urbano: “E stato portato avanti il progetto per la nuova segnaletica culturale del Centro storico, i lavori cominceranno con il bel tempo. Il progetto è di Arnaldo Tranti, già curatore delle nuove targhe delle vie e 'Jolis Coins'. Non saranno solo targhe direzionali ma anche trilingue, poste su totem in diversi siti, gli Uffici stanno affinando gli ultimi dettagli”.

Il Comune ha previsto 200mila euro annui, la gara pluriennale dovrebbe aprirsi presto, per la manutenzione del verde pubblico, capitolo nel quale in dieci anni – dal 2007 al 2017 – si è scesi da un finanziamento di 1 milione a, appunto, 200mila euro.

Ultimo punto, una piccola somma, ma un segnale positivo: il Comune ha messo in cantiere 4mila euro per l'acquisto di libri delle sue biblioteche, dopo l'emorragia di questi ultimi anni.

Politiche Sociali, a giugno apre l'ex Bellevue
“A metà del 2018, entro fine giugno, gli ospiti in via Guido Rey verranno trasferiti all'ex Bellevue i regione Saraillon, risparmiando anche sull'affitto che pagavamo alla Curia”, ha spiegato l'Assessore Marco Sorbara.

“Chiuderemo anche la 'residenza protetta' sotto il grattacielo e risparmi, perché nel 2018 verrà svuotato, e con l'ex Bellevue avremo quindi una struttura che aumenta i posti sia per gli anziani sia per il Centro diurno”.

Altre novità verranno presentate a breve: “Il 20 marzo – prosegue Sorbara – presenteremo il progetto MisMi tra Comune, Regione e Usl dove riformuliamo e integriamo il Servizio di prossimità. Non ci sarà più un solo educatore con competenze Oss ma anche un'infermiera che, attraverso la telemedicina, può 'portare l'ospedale direttamente sul territorio' e permettere il più possibile agli anziani di restare all'interno delle proprie abitazioni”.

Lavori pubblici: si chiudono i lavori in piazza Roncas, e si aggiusterà il tetto del PalaMiozzi
“Piazza Roncas è quasi completata – spiega l'Assessore Valerio Lancerotto nella sua relazione – e l'impresa sta effettuando i lavori propedeutici al lavatoio per il posizionamento della ruota. Lunedì, clima permettendo, riprenderanno i lavori di posizionamento della pavimentazione”.

Lancerotto annuncia poi l'affidamento della progettazione per il rifacimento della pista di atletica del Tesolin, interventi di riammodernamento del sistema di irrigazione ed il rifacimento della recinzione a sud; nonché la chiusura della gara – con consegna dell'immobile in partenariato ai privati – per la riqualificazione delle Arcate del Plot all'ingresso di via Aubert.

Sono terminati – spiega ancora l'Assessore – i lavori ai 29 alloggi sparpagliati per il Quartiere Cogne, mentre siamo al “rush finale” con il Contratto di Quartiere 1, gli 82 alloggi dietro il Cral Cogne, lavori annosi, anche se non si sbilancia sulle date.

A proposito di “lavori annosi” Lancerotto assicura: “Quest'anno effettueremo l'impermeabilizzazione della copertura del PalaMiozzi” e l'impegno finanziario di 50mila euro per l'abbattimento delle barriere architettoniche al Quartiere Cogne. Tra gli interventi di minor portata l'Assessore elenca la riverniciatura del ponte sul Buthier, e una serie di nuove pensiline per le fermate degli autobus a partire dal quella del Beauregard”.

Archiviato in: Media valle , Politica
1396
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche