Cronaca
Rischio valanghe, evacuazione a Champoluc per un centinaio di persone
Aosta - La zona a rischio è sotto la montagna di Facciabella. Una 70ina sono ospiti di un albergo, mentre gli altri risiedono nell’area. Confermato anche, dalle 17, lo “stop” sulla regionale per Cervinia, dove domani, martedì 9, le scuole resteranno chiuse.

L’ondata di maltempo, e il pericolo di valanghe, forte in tutta la regione, continuano a far adottare misure precauzionali. Dopo le chiusure di strade nella valle di Rhemes e in Valsavarenche, è in corso a Champoluc, in val d’Ayas, lo sgombero di un centinaio di persone, di cui una settantina ospiti dell’albergo “Relais du Glacier” e altre trenta residenti in zona.

L'area a rischio è quella sotto la montagna di Facciabella. “L’hotel – spiega il sindaco, Alex Brunod – ha sentito altre strutture alberghiere e, anche grazie alle maggiori disponibilità di queste ore, gli ospiti saranno smistati là. I residenti, invece, si stanno spostando da parenti e familiari. Se avessero bisogno per sistemazioni alternative, come Amministrazione, comunque ci siamo”.

Nella “zona rossa” passa anche un tratto di strada, da Champlan a Champoluc. “Lo chiuderemo, – aggiunge il Sindaco – ma la viabilità alternativa disponibile è tale da non lasciare nessuno isolato”.

Le prossime valutazioni sulla situazione verranno effettuate domani, martedì 9 gennaio. “Il picco della nevicata – conclude Brunod – è previsto per stasera. In alto, sul versante della Bettaforca, riferiscono una caduta di 70/80 centimetri ed altrettanti sembrano esserne ancora previsti, in aggiunta al paio di metri che c’era già. Vedremo”.

Nel frattempo, è stata confermata anche la chiusura, dalle 17 di oggi, lunedì 8 gennaio, della strada regionale per Cervinia. Giuliano Trucco, della locale Commissione valanghe, aveva spiegato stamattina che “al momento, oltre i 3000 metri, abbiamo 80 centimetri di neve fresca, nella notte ne sono attesi oltre 1 metro”. Il nuovo “stop” al traffico scatta quindi sulla base del timore che, nella notte, alcune valanghe possano raggiungere la regionale e i centri abitati.

Oltre al “semaforo rosso” acceso sulla strada, sono stati inoltre chiusi due parcheggi e la "circonvallazione"  del Breuil. Su disposizione del commissario Sara Bordet infine, le scuole elementari, materne e l’asilo nido in località Cervinia resteranno chiuse nella giornata di domani, martedì 9, mentre le lezioni si terranno normalmente a Valtournenche.

Archiviato in: Bassa valle , Media valle , Cronaca
4624
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche