Uncategorized

“Montagna sociale contemporanea” un premio per raccontare la generosità in Valle

In palio un premio in denaro di 4200 euro. Le candidature saranno aperte dal 18 febbraio al 23 aprile.

Da sx: Alessio Zemoz, Giancarlo Civiero e Enrico Montrosset

Sostenere l’attività di autori fotografici e raccontare la Valle d’Aosta, e in particolare il Comune di Villeneuve, con immagini inedite e creative di artisti e fotografi. Le due finalità sono alla base del premio “Montagna sociale contemporanea” ideato dall’Associazione framedivision e da ProgettoSKIA con il sostegno economico della Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta e il contributo della Cittadella dei Giovani di Aosta.

Il premio nazionale è stato presentato pubblicamente  nei giorni scorsi da Alessio Zemoz di framedivision.  Si rivolge a fotografi operanti in Italia e ha l’obiettivo di sostenere, con un premio in denaro di 4200 euro, la creazione di un progetto inedito incentrato sul tema del dono della generosità in una piccola comunità di montagna come quella di Villeneuve. 

Da questo lavoro cui ci proponiamo di ricavare immagini, ma anche suggestioni e prospettive per arginare la tendenza allo spopolamento dei nostri paesi” ha sottolineato Giancarlo Civiero, segretario regionale della Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta.

Per candidarsi è necessario inviare una mail a premio@montagna-sociale-contemporanea.it contente curriculum e portfolio: sarà possibile farlo da sabato 18 febbraio al 23 aprile compreso.

A selezionare il vincitore sarà una giuria di cui fanno parte Alexine Dayné, presidente di framedivision, Cristina Gugnali, artista, fotografa, counselor espressivo e Alessandra Ferraro, consigliera di Fondazione Comunitaria VdA e giornalista RAI.

Le foto del progetto saranno esposte nella seconda metà di ottobre alla Cittadella dei Giovani di Aosta.

Ho 44 anni e sono giornalista professionista. Nonostante la laurea in Scienze della Comunicazione, ho trovato lavoro fondando, insieme ad altri, questo quotidiano online. Grazie alla mia proverbiale saggezza in redazione mi chiamano “mental coach”, mentre per gli amici sono “la nonna”. Nel tempo libero mi piace leggere, viaggiare, camminare e stare con gli amici.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>