Uncategorized

“In Valle d’Aosta turisti trattati come bancomat ambulanti”

Aosta - Post polemico del giornalista di Sky Sport Guido Meda. A intervenire su Facebook è anche l'ex sciatrice azzurra Lara Magoni.

Post polemico Guido Meda

Post polemico di Guido Meda sull'ospitalità valdostana. Sulla propria pagina Facebook il giornalista di Sky Sport scrive: "Amico valdostano che a volte (dove "a volte" significa che non generalizzo mortificando anche le eccellenze che ci sono eccome) mi fai sentire come il tuo bel bancomat ambulante su gambe, sai che se tu facessi anche solo finta di avere un po' di considerazione umana io e gli altri visi pallidi turisti della pianura ti pagheremmo anche più volentieri".

Il post pubblicato il primo gennaio ha avuto 250 condivisioni e oltre 2mila "Mi piace". A intervenire nella discussione creatasi sul Post è stata anche l'ex sciatrice azzurra Lara Magoni che ha raccontato il suo recente soggiorno in Valle. "Purtroppo il 17 sono salita a Courmayeur ed ho percepito la tua stessa sensazione – scrive Magoni  – Essendo del mestiere ho evitato di far fuoco su Trip Advisor… Un furto allucinante verso un servizio scadente… Una follia… Credo che non salirò più… Sia per l'hotel… Sia per il ristorante… Sia per il pessimo Hamburger mangiato sulle piste che pareva un disco volante per € 20… Credimi il mio cane non lo avrebbe mangiato… Ho vissuto solo due giorni da incubo!!!".

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

4 commenti su ““In Valle d’Aosta turisti trattati come bancomat ambulanti””

  • L’ennesima scusa per criticare i valdostani;nei miei tanti soggiorni,ho scoperto una popolazione riservata,ma molto disponibile e accogliente. Ma da sempre la Valle d’Aosta viene vista solo come un’isola felice in cui si vive meglio rispetto ad altre regioni, perciò è ovvio che noi, Italiani, dobbiamo per forza intrometterci e criticare. I Valdostani sanno sicuramente gestire meglio le proprie risorse. Impariamo da loro e soprattutto a farci un pò di più gli affari nostri.Il marcio c’è ovunque.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>