Uncategorized

“Dobbiamo credere maggiormente nel nostro prodotto e nelle nostre capacità”

Aosta - A dirlo ieri è stato il presidente dell'Adava, Filippo Gérard, durante l'assemblea degli albergatori valdostani. Marguerettaz: "Il nostro prodotto è glamour"

Presidente Adava, Filippo Gérard

Torna a chiedere la tassa di soggiorno anche per le case vacanze il Presidente dell'Adava, Filippo Gerard. L'occasione è data dall'Assemblea generale degli albergatori tenutasi ieri pomeriggio a Palazzo regionale. 

“Ci siamo impegnati su questo fronte perché vogliamo che tutti possano lavorare nelle stesse condizioni e nel rispetto delle stesse regole: prima tra tutte, l’introduzione dell’imposta di soggiorno per chiunque e a qualsiasi titolo offra ospitalità e non solo per le strutture ricettive tradizionali. – ha detto Gérard – Siamo perfettamente consapevoli che i posti letto (non solo quelli alberghieri) nella nostra regione siano utili e non possiamo neanche pensare di poter bloccare la normale evoluzione del mercato; dobbiamo però impegnarci affinché ci sia condivisione sulle regole comuni che tutti devono rispettare, dopodiché i più bravi, chi offrirà  un’ospitalità, un’accoglienza e dei servizi di maggior qualità, vinceranno la sfida della sharing economy”.

L'appuntamento è arrivato dopo un ponte di Sant'Ambrogio esaltante per il turismo valdostano. "La nostra regione e le nostre strutture – ha proseguito Gérard – hanno molto da offrire, dobbiamo smettere di soffrire di complessi di inferiorità rispetto ai nostri competitors, dobbiamo credere maggiormente nel nostro prodotto e nelle nostre capacità e insieme raggiungeremo grandi obiettivi”. Sulla stessa scia l’Assessore regionale al Turismo Aurelio Marguerettaz: "Negli ultimi anni, la nostra regione ha fatto grandi passi avanti in questo senso, riuscendo a svecchiarsi e a diventare più glamour. Abbiamo da imparare da tutti, ma come ha sottolineato il presidente Gérard non dobbiamo avere complessi di inferiorità: abbiamo davanti a noi grandi opportunità, nelle quali dobbiamo credere”.

Durante l'Assemblea è stato inoltre annunciato che i 13mila euro raccolti dall'Adava verranno devoluti per la ricostruzione dell’Istituto alberghiero di Amatrice, completamente distrutto dal terremoto.

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>