Uncategorized
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 3:16

Alti e bassi dell’estate culturale, presenze record per castelli e musei, flop dell’area megalitica

Aosta - Il Parco archeologico di Saint-Martin de Corléans nei mesi di luglio e agosto 2017 supera di poco una media di 40 visitatori al giorno facendo registrare un calo del 65% sul 2016.

L'area megalitica di Saint-Martin de Corléans

Il biglietto integrato “Aosta Romana” per accedere ai siti culturali (Teatro romano, Criptoportico forense, Museo Archeologico Regionale e Chiesa paleocristiana di San Lorenzo) piace a turisti e residenti. A dirlo è l’Assessorato alla cultura che ha diffuso i numeri dell’affluenza di pubblico nei mesi di luglio e agosto ai siti, alle mostre e agli eventi culturali promossi dalla Regione. Numeri importanti, si parla di 208 mila 50 presenze di cui 99 mila 190 per i castelli, 81 mila 241 per i siti archeologici, 21 mila 605 per le esposizioni e 6 mila 14 per gli eventi culturali al Teatro romano.

A brillare sono in particolare il Castello di Fénis con oltre 34mila biglietti e il Teatro Romano che supera quota 27mila ingressi. Da dati forniti risultano apprezzate anche le mostre dell’offerta espositiva dell’estate, dagli artisti e artigiani valdostani alle esposizioni dedicate a Segantini e  Edward Burtynsky, che nei mesi di luglio e agosto hanno fatto registrare numeri importanti 21 mila 600 visitatori, di molto superiori alle cifre, indicate sul portale Sistar, registrate dalle mostre negli anni passati in cui i visitatori non arrivano a 19mila su base annua. 

Tante luci quindi ma alcune ombre: il parco archeologico di Saint-Martin de Corléans, aperto al pubblico nel giugno del 2016, non solo non decolla, ma stando ai numeri dell’estate 2017 risulta un vero e proprio flop. Nei due mesi di luglio e agosto gli ingressi in tutto sono stati 2519, il che equivale a una media di poco più di 40 visitatori al giorno. I numeri, già di per sé bassi, diventano impietosi se paragonati a quelli di luglio e agosto 2016 in cui le presenze registrate erano 6936 con un calo di poco meno del 65%

Ho 44 anni e sono giornalista professionista. Nonostante la laurea in Scienze della Comunicazione, ho trovato lavoro fondando, insieme ad altri, questo quotidiano online. Grazie alla mia proverbiale saggezza in redazione mi chiamano “mental coach”, mentre per gli amici sono “la nonna”. Nel tempo libero mi piace leggere, viaggiare, camminare e stare con gli amici.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>