Speciale Trail, Sport

Meno di due mesi al via della nuova stagione delle corse in montagna, tra novità e sovrapposizioni

Con la novità Castle’s Trail di Verrès sabato 11 marzo, la Valle d’Aosta dà il via alla lunga serie di trail e vertical che terrà occupati gli appassionati fino all’autunno

L'ultima edizione della Gran Paradiso Trail

Tra meno di due mesi, sabato 11 marzo, la Valle d’Aosta inaugurerà la sua attesa quanto affollata stagione 2017 delle corse in montagna: ad aprire le danze sarà la novità del Castle’s Trail di Verrès, percorso di 23 km (1530m D+), inserito nel circuito Tour Trail Valle d’Aosta. Ad esso succederà, la domenica successiva (19 marzo), l’Electric Trail di Pont-Saint-Martin, gara che si corre sulle due distanze di 42 km (3600m D+) e di 18 km (1350m D+), le cui iscrizioni si chiuderanno il 16 marzo.

Come già avvenuto nel 2016, anche quest’anno si prevede un calendario intenso, e già saltano agli occhi le prime gare che si sovrappongono o che si ritrovano a distanza molto ravvicinata e che costringeranno più di un atleta a dover fare delle scelte.

Se la sovrapposizione dell’Ultra Tour Monte Rosa (6-9 settembre, 116 e 170 km, con rispettivi D+ di 8300m e 11200m) con il Collontrek (8-9 settembre, 22 km, 1250m D+) non dovrebbe creare problemi in quanto non intercetta la stessa tipologia di atleti, quasi di gare gemelle si può parlare per il Gran Trail Courmayeur ed il Matterhorn Cervino X-Trail, entrambe previste per l’8 e 9 luglio: 30 km (2000m D+), 60 km (4000m D+) e 90 km (6000m D+) per la prima, 30 km (1700 D+) e 60 km (3850 D+) per la seconda. Tornando all’UTMR, potrebbe essere molto penalizzato per il fatto di trovarsi in mezzo ai due “giganti” dell’ultra-trail, e cioè l’Ultra-Trail du Mont Blanc ed il Tor des Géants. Il primo, con le sue 5 diverse corse (PTL, OCC, TDS, CCC e UTMB), si svolgerà dal 28 agosto al 3 settembre, e le conferme delle iscrizioni stanno iniziando ad arrivare. Il trail organizzato da VdA Trailers (società che ha aggiunto al proprio arco il nuovo Tor des Châteaux, il 13 e 14 maggio) sarà, invece, dal 10 al 17 settembre, con il fratello minore Tot Dret da Gressoney a Courmayeur dal 13 al 15 settembre.

A contendersi il weekend di metà luglio saranno il Trail 5 colli di Lillianes (15 luglio) ed il Gran Paradiso Trail di Valsavarenche, il giorno successivo. Durante quel weekend, anche gli appassionati di vertical avranno qualche difficoltà a destreggiarsi tra la Gran Paradiso Vertical (15 luglio) e la Pointe de Chaligne Skyrace (16 luglio).

Il Castle’s Trail sarà l’antipasto delle competizioni rientranti nel circuito del Tour Trail Valle d’Aosta che quest’anno aumenta a 7 il numero delle gare e prevede, oltre al già citato Gran Paradiso Trail, il Licony Trail (10 giugno, con la nuova 70 km), il Trail della Becca di Viou (24 giugno), l’Ultramarathon du Fallère (22 luglio), la Moonlight Magià Trail (26 agosto) e, a conclusione della stagione, il Mont Avic Trail (30 settembre). Le “gare amiche” saranno, oltre al Collontrek, il Tor Avril (25 aprile) ed il Trek Valgrisenche (19 agosto). Per il Défi Vertical, invece, si inizierà con il Vertical Fénis (30 aprile) e si finirà con il Vertical Mont Mary (15 ottobre). In mezzo, anche il Vertical Becca di Viou (18 giugno), il Gran Paradiso Vertical (15 luglio), il Courmayeur Mont Blanc Sky Race (5 agosto) ed il Vertical du Costaz (29 settembre).

A questi vanno aggiunti senza dubbio il Monte Rosa Walser Trail, dal 28 al 30 luglio ed il primo Mont Avic Extreme Sky Trail, dal 2 al 4 giugno.

Insomma, anche quest’anno si prospetta un’estate di fatiche fisiche sui monti e sui sentieri valdostani, ma anche di sforzi “a tavolino” per riuscire a far combaciare tutti i pezzi del calendario.

Tag:

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>