Speciale Trail, Sport

Franco Collé e Tatiana Locatelli vincono la 60 km del Cervino X-Trail

Valtournenche - A Tadei Pivk e Sara Willhoit la vittoria nella 30 km, Vertical annullati dopo la tragedia del cuneese Luca Borgoni. Macchi batte Cavallo nel Gran Trail Courmayeur

Franco Collé all'arrivo

L’edizione 2017 del New Balance Cervino Matterhorn X-Trail, che doveva prevedere le gare sulle due distanze di 60 km e 30 km e i due vertical, uno positivo ed uno negativo, ha visto lo svolgimento dei soli trail, a causa della cancellazione dei vertical in seguito alla tragedia avvenuta ieri al cuneese Luca Borgoni, precipitato nei pressi della Capanna Carrel dopo aver terminato la gara.

Ad imporsi nella distanza più lunga sono stati Franco Collé e Tatiana Locatelli. Il valdostano ha fermato il cronometro sul tempo di 7h08’16”, staccando di oltre venti minuti Matteo Pigoni e di più di quaranta Giulio Piana. Tatiana Locatelli, diciassettesima assoluta, si è imposta nella categoria femminile in 9h29’47”. Dietro di lei la britannica Mel Price (9h47’47”) e Scilla Tonetti, a quattro minuti da Price.

Tadei Pivk ha vinto la gara dei 30 km in 1h52’54 davanti a Stefano Stradelli e Davide Cavalletti, staccati rispettivamente di circa 5 e 10 minuti. Doppietta britannica nel femminile: Sara Willhoit con il tempo di 2h20’35” ha preceduto di 23 secondi Anna Bartlett. Chiude il podio Anna De Biase (2h31’39”).

Weekend di gare anche ai piedi del Monte Bianco. Negli stessi giorni del Cervino X-Trail si è disputato il Gran Trail Courmayeur. Nella 105 km vincono Andrea Macchi (14h40’14”) e Anna-Marie Watson (20h16’40”); nella 75 km Stefano Rinaldi (9h45’41”) e Yulia Baykova (12h29’24”); nella 30 km Enrico De Ferrari (3h08’01”) e Lorena Casse (3h58’41”).

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>