Speciale Trail, Sport
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 3:19

Dominguez, Collé e Bosatelli: alla vigilia della seconda notte il Tor è un affare a tre

Gaby - A Niel, il basco è in vantaggio di 13 minuti sul valdostano. Bosatelli ha un distacco più corposo (più di un’ora e mezza), ma mai darlo per vinto. Lisa Borzani fa il vuoto tra le donne.

Franco Collé a Donnas

Sembra sempre più una corsa ristretta a tre pretendenti, l’ottava edizione del Tor des Géants che si prepara ad affrontare la sua seconda notte di gara. Al passaggio a Niel, infatti, è ancora Javi Dominguez a mantenere la testa della classifica, con il passaggio alle 19.36. Lo segue a ruota, staccato di 13 minuti, l’atleta di casa, Franco Collé. Tempi, peraltro, di gran lunga inferiori rispetto alle tabelle orarie presenti online, basate sul tempo di Iker Karrera del 2013, anche se con percorso diverso: senza tenere conto della partenza ritardata di 20 minuti, il basco è passato esattamente 40 minuti prima del previsto (20.16).

Oliviero Bosatelli ha un distacco abbastanza consistente dal duo di testa (arrivato al Rifugio Barma alle 17.50 aveva , rispettivamente, 1h42’ da Dominguez e 1h29’ da Collé), ma le qualità dimostrate dall’atleta bergamasco sconsigliano di darlo ancora per vinto. Più lontani Andrea Macchi e Michele Quagliaroli, insieme a La Sassa alle 15.45, con Carlos Sa, Lionel Trivel, Gianluca Galeati, Galen Reynolds e Imanol Alesom a chiudere la temporanea top ten. In campo femminile fa il vuoto Lisa Borzani, 12° assoluta ed in vantaggio di 2h30’ a Donnas su Silvia Trigueros Garrote, e che probabilmente punterà a rimanere attaccata a Christophe Anselmo con il buio. Il suo passaggio a La Sassa è avvenuto alle 18.22.

Aumentano i ritirati
Sale il numero di atleti ritirati, che al momento sono 132 (16 donne). Tra di loro, molti ritiri eccellenti nella giornata di oggi, tra cui Bruno Brunod ed altri valdostani .

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>