Speciale Trail, Sport
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 3:16

CCC, domina Hayden Hawks. Ritirato Giuliano Cavallo, 3° di categoria Pellissier

Aosta - L’uomo di punta della spedizione valdostana dice addio alla gara al Lago Champex: “Non riuscivo a dare me stesso”. Molto bene Matteo Pellissier, 3° “espoir”. L’americano domina per quasi tutta la corsa

Giuliano Cavallo (foto Ottavio Massarenti per Trail Ultra Italia)

È lo statunitense Hayden Hawks il vincitore della CCC, la gara da 101 km e 6.100 m D+ dell’Ultra-Trail du Mont Blanc, partita venerdì mattina da Courmayeur. Lo statunitense, che dal Rifugio Bonatti ha sempre mantenuto la testa della classifica, ha impiegato 10h24’30” per concludere il proprio percorso, con un vantaggio di 18’19” sul polacco Marcin Swierc e di 26’17” sul francese Ludovic Pommeret. Tanti statunitensi, britannici e francesi nelle prime dieci posizioni. A vincere la gara femminile è sempre un’americana, Clare Gallagher, con il tempo di 12h13’57”, seguita dalle due spagnole Maite Maiora Elizondo e Laia Canes, lontane rispettivamente 12’44” e 33’42”.

Poca gloria per i colori valdostani, con Giuliano Cavallo che doveva essere l’uomo di punta. L’atleta del Team Salomon Isostad, però, si è ritirato al checkpoint del Lago Champex, dopo aver navigato sempre attorno alla 45° posizione. “Sicuramente un ritiro che ha un certo peso! In questi eventi ripetersi non è facile, ritirarsi è peggio…per quello testa e serenità danno un grosso contributo. Nessun infortunio…Lo stress addosso purtroppo questa stagione ha fatto da padrona, mi dispiace della delusione ma non riuscivo a dare me stesso”, ha scritto sul proprio profilo Facebook.

Molto bene Matteo Pellissier, 3° di categoria espoir maschile (426° assoluto). Il miglior risultato generale l’ha ottenuto Thierry Moret, 119°, seguito da Rudy Perruquet (177°), Robert Blanc (376°), Gennaro Patierno (658°) ed Erik Rosazza Prin (990°). Ancora in gara Michel Baldon e Federica Brocherel. Non partiti, invece, Simona Morbelli, Simone Massimino ed Enrico Titolo.

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>