Foire d'été 2017
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 3:07

Sole, caldo e turisti per la 49esima edizione della Foire d’été

Aosta -Ha preso il via già dalle prime ore della mattina nelle vie del centro di Aosta la manifestazione “sorella estiva” della millenaria Fiera di Sant'Orso.

Foire d'été 2017: le autorità regionali e comunali

Un bel sole e le temperature elevate di questi giorni accompagnano la 49esima edizione della Foire d’été, la “sorella estiva” della millenaria Fiera di Sant'Orso, appuntamento clou dell’estate aostana che offre a residenti e turisti un assaggio estivo della produzione artigianale della Valle d’Aosta.

L’inaugurazione ufficiale questa mattina alle ore 10 in Piazza Chanoux alla presenza delle autorità regionali e comunali tra cui il Presidente della Regione Pierluigi Marquis, l’Assessore alle attività produttive Fabrizio Roscio,  il sindaco di Aosta Fulvio Centoz, il Presidente del Consiglio comunale Michele Monteleone, il Vescovo di Aosta Mons. Franco Lovignana.

I discorsi ufficiali e la benedizione del Vescovo sono stati preceduti dall’esibizione della banda municipale di Aosta che ha suonato, tra gli altri brani, anche l’inno della Valle d’Aosta Montagnes Valdôtaines.

Oltre 500 espositori propongono le proprie opere attraverso diverse tecniche e lavorazioni fra le quali: la tornitura, l'intaglio e la scultura, la lavorazione della pietra, del ferro battuto e del cuoio, la realizzazione di mobili, di attrezzi agricoli, di giocattoli, di costruzioni in miniatura, di fiori in legno e vannerie. Alla manifestazione sono inoltre presenti manufatti in ceramica, rame, vetro, oro e argento. Infine vi è una produzione realizzata in materiali e tecniche non tradizionali.

La Foire d’été animerà il centro storico di Aosta per tutta la giornata fino alle ore 21. Diversi gli eventi collaterali e le animazioni musicali organizzate per allietare i partecipanti: oltre alle dimostrazioni degli antichi mestieri in Piazza Chanoux, si potrà partecipare al riconoscimento di essenze lignee in Piazza Giovanni XXIII, richiedere l’annullo filatelico all’Hôtel des Etats e assistere all’ormai consueta gara delle botti in via Conseil des Commis e allo spettacolo “La forma dei sogni” in Piazza Narbonne al Jardin Alpin. In quest’ultimo evento, dedicato alle famiglie, l’attore Andrea Damarco, accompagnato dalla flautista Chiara Bonomelli, racconterà di metamorfosi.

 Il MAV – Museo dell’artigianato valdostano di tradizione dedicherà, infine, un atelier ai più piccoli e un gruppo di Maestri artigiani scolpiranno un vecchio tronco. Per concludere la Foire in allegria, l’esibizione musicale di Philippe Milleret e dei fratelli Remy e Vincent Boniface.

Ho 44 anni e sono giornalista professionista. Nonostante la laurea in Scienze della Comunicazione, ho trovato lavoro fondando, insieme ad altri, questo quotidiano online. Grazie alla mia proverbiale saggezza in redazione mi chiamano “mental coach”, mentre per gli amici sono “la nonna”. Nel tempo libero mi piace leggere, viaggiare, camminare e stare con gli amici.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>