Montagna e dintorni

Valle del Gran San Bernardo, pedalando in MTB lungo il Ru Neuf

Aosta - L’escursione in Mtb proposta per questo inizio di aprile si sviluppa nella Valle del Gran San Bernardo, lungo il Ru Neuf tra Arpuilles ed Etroubles, e ha il pregio di costeggiare i gorgoglianti canali irrigui tipici della nostra regione.

Pedalata lungo il Ru Neuf

Quest’anno la primavera tarda a far sentire il suo tepore e la neve perdura anche a quote medie. Non per questo si deve rinunciare a salire in sella alla propria MTB per godersi una giornata in sella in mezzo alla natura. Sui versanti ben esposti al sole a quote medio basse la copertura nevosa è assente e a ogni angolo ci si imbatte nei segni della primavera imminente.

L’escursione in Mtb proposta per questo inizio di aprile si sviluppa nella Valle del Gran San Bernardo, lungo il Ru Neuf tra Arpuilles ed Etroubles, e ha il pregio di costeggiare i gorgoglianti canali irrigui tipici della nostra regione che nel corso degli anni hanno affiancato alla loro fondamentale funzione di trasporto dell’acqua verso le zone coltivate la funzione turistica, diventando tracciati ciclo-pedonali di grande fascino.

L’itinerario inizia in corrispondenza dell’ex colonia “Città di Collegno”, situata poco sotto l’abitato di Avie d’Amon di Arpuilles. Superati i fabbricati ormai abbandonati dell’ex colonia si pedala lungo una bella strada poderale dalla scarsa pendenza che attraversa bei prati e boschi. Dopo circa 1 chilometro si attraversa la strada asfaltata che sale dall’abitato di Excenex. Proseguire dritto seguendo il segnavia giallo numero 1. Si pedala per un altro chilometro continuando sulla sterrata che si addentra nel bel bosco misto fino al borgo di Roisod. Qui occorre attraversare nuovamente la strada asfaltata e, mantenendosi in quota, seguire il segnavia numero 1.

Pedalando sempre sul tracciato in falso piano si giunge ai piedi della palestra di roccia di Arbaleyaz dove il tracciato si fa per un breve tratto più stretto (chi non si sente sicuro in sella può scendere e condurre la bici a mano per questo breve tratto). In breve tempo la strada è nuovamente bella e facilmente pedalabile e porta il ciclista fino all’abitato di Pierre Besse nel comune di Gignod. Qui occorre nuovamente attraversare la strada asfaltata in corrispondenza del tornante e proseguire dritto per imboccare la Via Francigena che scende dal Passo del Gran San Bernardo, indicato dalla palina gialla con il numero 13.

Di qui l’itinerario prosegue sempre con pendenze lievi e la strada sterrata lascia spazio a un largo sentiero che costeggia il Ru Neuf che in questo tratto scorre a cielo aperto e accompagna il ciclista nella pedalata regalando bellissimi scorci che meritano di essere fotografati.

 Dopo aver percorso circa 10 chilometri si giunge alla frazione di Chez-Les-Blanc Dessus di Etroubles, superata la quale occorre mantenersi a sinistra e imboccare nuovamente il sentiero numero 13 che conduce all’abitato di Echevennoz Dessus. Anche qui, dopo aver attraversato il villaggio, proseguire seguendo il segnavia numero 13. Dopo poche centinaia di metri ci si trova sulla strada asfaltata che occorre seguire svoltando verso sinistra. Si pedala fino a raggiungere la stazione di pompaggio dell’oleodotto di Etroubles. Qui mantenersi a sinistra per imboccare la strada sterrata che sale verso i prati. Dopo circa 400 metri di salita la strada scende nuovamente e conduce al termine dell’itinerario, in corrispondenza dell’abitato di Etroubles.

Durante la pedalata, resa piacevole dal dislivello contenuto imposto dalla necessità di condurre l’acqua dalla zona di captazione alle aree da irrigare, si susseguono begli scorci panoramici sul fondovalle e sulle vette circostanti come il Grand Combin, la Becca di Viou il Monte Emilius e la Becca di nona. Le latifoglie cominciano a rinverdire e i primi fiori fanno la loro comparsa regalando sprazzi di colore qua e là. Il risveglio della natura è un fenomeno che non manca mai di deliziare: le giornate via via più lunghe e le temperature in aumento spingono le piante dormienti ad avviare nuovamente il proprio ciclo vitale ripartendo come ogni stagione dalla fogliazione e fioritura.

Per chi avesse piacere di proseguire con la pedalata è possibile seguire la bella strada poderale nel bosco che porta fino all’area sportiva di Saint-Oyen.

Il ritorno è previsto lungo lo stesso tracciato dell’andata.

Percorsi Alpini propone questa escursione in sella a biciclette a pedalata assistita su prenotazione nel periodo aprile e maggio 2018.

Livello di difficoltà: TC (ciclo-escursionistico)

Tempo di percorrenza: 3 ore comprensivo di soste

Info e prenotazioni    344 293 4602

www.percorsialpini.com – info@percorsialpini.com

 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>