Le ricette di Romuald

Crostatine ai porri

Aosta -Uno sfizioso antipasto con un ortaggio di stagione ricco di ferro e vitamina C

Crostatine ai porri

L’autunno è quasi finito e con esso alcuni ortaggi di stagione come il porro, ben conosciuto nella cucina mediterranea da parecchi secoli (ne facevano già uso i romani che lo ritenevano molto salutare e persino afrodisiaco) per il suo gusto simile alla cipolla e allo stesso tempo più dolce. Il porro è ricco di sali minerali (in particolare ferro), di vitamina C e di caratteristiche terapeutiche simili alla cipolla.

Un modo semplice e sfizioso per gustarsi al meglio questo prezioso ortaggio è di cucinare delle crostatine veloci. Ovviamente per questa ricetta cin sono due modalità di preparazione: quella più genuina realizzando da sé la pasta sfoglia e quella più veloce usando una pasta sfoglia di buona qualità.

Ingredienti per 4 persone

1 rotolo di pasta sfoglia

4 porri

50/60 grammi di parmigiano reggiano 24 mesi

2 uova

1/2 bicchiere di vino bianco secco

1 bicchiere di latte

q.b. olio extra vergine di oliva

q.b. sale

 

Procedimento

  1. Affettare finemente i porri e sciacquarli in abbondante acqua fredda. In una padella capiente versare l’olio e iniziare a soffriggere per alcuni minuti i porri e sfumare con il vino bianco.
  2. Continuare la cottura aggiungendo un po’ di acqua e un bicchiere di latte (serve a rendere il sapore del porro più delicato) e coprire con un coperchio. Dopo una decina di minuti a fuoco vivace i porri dovrebbero essere pronti e presentarsi morbidi.
  3. Versare i porri in una ciotola capiente e unire il parmigiano grattugiato, 2 uova e un pizzico di sale.
  4. Adagiare la pasta sfoglia nelle 4 piccole tortiere (da 10 cm circa) e versarvi dentro i porri. Con gli avanzi di pasta sfoglia si può realizzare delle strisce da mettere in “croce” sulle piccole tortiere.
  5. Mettere le crostatine nel forno preriscaldato a 180° per 20 minuti circa e controllarne la cottura con uno stuzzicadenti (se esce asciutto è cotta).

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>