Eventi, Società
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 1:17

Di Medicina antroposofica si parla ai “Mercoledì del benessere”

Aosta - Ospite dell'appuntamento, in programma alle ore 18 presso lo Store Valgrisa, in piazza della Cattedrale ad Aosta, sarà il dottor Paolo Garati. 

Paolo Garati

La Medicina antroposofica  nell’attivazione delle forze di guarigione che ogni essere umano possiede sarà il tema al centro del prossimo incontro della rassegna "I mercoledì del benessere". A parlarne mercoledì 19 ottobre, dalle ore 18 presso lo Store Valgrisa, in piazza della Cattedrale ad Aosta, sarà il dottor Paolo Garati. 

Nata dalla concezione antroposofica dell’uomo di Rudolf Steiner, la Medicina antroposofica venne da questi sviluppata all'inizio degli anni venti del novecento. Secondo Steiner l'essere umano è costituito da quattro parti: una corporea, il corpo fisico, e tre di natura immateriale, il corpo eterico, ovvero le forze che danno forma alla vita, il corpo astrale, i sentimenti, e l’io, l’elemento spirituale che conferisce coscienza di sé. La malattia è rappresentata dalla rottura dell’armonia esistente fra queste componenti, da una destabilizzazione dell’equilibrio psichico oltre che fisico.

Per prendere parte alla serata, dal titolo “Attiviamo le nostre forze di guarigione con la Medicina antroposofica”,  è obbligatoria la prenotazione telefonando al 347/0083502 o scrivendo adenis.falconieri@gmail.com.

“Le forze di guarigione sono innate – sottolinea il dottor Garati­– tutti gli esseri viventi le possiedono. A differenza delle altre specie, per l’essere umano il funzionamento e l’attivazione di queste forze diviene più complesso e, pertanto, devono essere stimolate in qualche modo. Per farlo occorrono delle accortezze pratiche, che illustrerò nel corso della serata, e l’aiuto di medicinali antroposofici.  Ad esempio, uno degli elementi chiave è rappresentato dal ritmo, inteso nel senso delle abitudini di vita, quali il sonno, i pasti e altre ancora”.

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>