Eventi, Speciale Fiera di Sant'Orso

Al ristorante Intrecci si aspetta Sant’Orso con la musica di Maura Susanna ed un menù d’eccezione

Aosta - In occasione della 'Millenaria' infatti il locale di via Binel 12 propone per sabato 28 gennaio 2017, a partire dalle 19.30, una serata enogastronomica alla riscoperta della cucina tradizionale valdostana.

Maura Susanna

Anche il Piccolo Albergo di Comunità, gestito dalla cooperativa La Sorgente, si prepara a festeggiare la 1017ª Fiera di Sant'Orso, l'evento clou dell'inverno valdostano.

E per farlo si affida, suo 'marchio di fabbrica', al cibo, alla cultura e alla musica. In occasione della 'Millenaria' infatti il Piccolo Albergo di Comunità di via Binel 12 propone per sabato 28 gennaio 2017, a partire dalle 19.30, una serata enogastronomica all'interno del ristorante Intrecci che lega la musica della cantautrice Maura Susanna alla degustazione di piatti tipici della tradizione valdostana, in un percorso folkloristico e musicale che 'apre le porte' all'atmosfera che si respirerà nei due giorni della Fiera di Sant'Orso.

Alle canzoni di Maura Susanna, che legano la musica folk alle parole scritte in italiano e francoprovenzale, sua lingua 'del cuore', alla riscoperta delle tradizioni culturali arpitane; il ristorante Intrecci abbina un menù che attraversa la storia, la memoria e le eccellenze della cucina locale: aperitivo con succo di mela e vino bianco; assaggi di toma e Fontina d'alpeggio; mocetta con miele, lardo e castagne; insalatina di patate, mele, sedano e noci; sformato di verdure con fonduta, crespelle con fonduta e funghi, polenta integrale con bocconcini di capriolo in civet, crostata di mele renette con gelato e chiusura con la più tradizionale delle coppe dell'amicizia.

Il tutto degustando e scoprendo, ad ogni portata, i vini della Maison Anselmet.

Il menù ha un prezzo di 30 euro a persona, 10 euro per i bambini fino agli 8 anni.

 

Per informazioni e prenotazioni:

Ristorante Intrecci

Va Binel, 12

11100 Aosta

329 5905319

Informazione pubblicitaria

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>