Eventi, Società

Ai mercoledì del benessere si parla di Insonnia

Aosta -Mercoledì 16 novembre, dalle ore 18 presso lo Store Valgrisa, in piazza della Cattedrale ad Aosta, il dottor Giuseppe D’Alessandro, direttore S.C. Neurologia e Stroke Unit dell’Ospedale regionale, parlerà de “I disturbi del sonno: come riconoscerli e curarli”.

sonno, insonnia

Sarà l’insonnia, problematica che, se trascurata, può favorire l’insorgenza di altre malattie, il tema al centro del prossimo incontro de "I mercoledì del benessere".  Mercoledì 16 novembre, dalle ore 18 presso lo Store Valgrisa, in piazza della Cattedrale ad Aosta, il dottor Giuseppe D’Alessandro, direttore S.C. Neurologia e Stroke Unit dell’Ospedale regionale, parlerà de “I disturbi del sonno: come riconoscerli e curarli”.

“L'insonnia è un disturbo molto frequente nella popolazione generale. Nella maggior parte dei casi – spiega il dottor D’Alessandro – è trascurata sia dai pazienti, sia dai medici, nonostante le gravi ricadute negative che comporta sulla vita lavorativa e relazionale. Inoltre, se non trattata adeguatamente, l’insonnia può favorire l'insorgenza di altre malattie quali ipertensione, diabete, obesità e, quindi, ictus o infarto cardiaco. Spesso, invece, questa è l'unica manifestazione di altre importanti condizioni, quali la sindrome delle apnee respiratorie in corso di sonno oppure della sindrome delle gambe senza riposo. Nel corso dell’incontro si discuterà delle cause dell’insonnia e di come riconoscerle, degli esami da effettuare. La serata offrirà anche l’occasione per parlare delle cure e in particolare di quelle non farmacologiche o naturali.”.

Tutti gli incontri sono aperti al pubblico e sono ad ingresso libero. Per motivi di organizzazione e logistica è obbligatoria la prenotazione telefonando al 347/0083502 o scrivendo a denis.falconieri@gmail.com.

 

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>