Eventi, Società

Ad Aosta in Via Gramsci apre la Bottega del sorriso: inaugurazione alle 15

Aosta - Un esercizio commerciale a valenza sociale che raccoglie i prodotti realizzati da persone con disabilità, in Valle d'Aosta e fuori.

Una piccola bottega, in centro città, che propone prodotti e manufatti realizzati da persone con disabilità della Valle d’Aosta e di fuori Valle. E’ la Bottega del sorriso, nata da un’idea della cooperativa sociale Mens@Corpore e dall’Associazione Aspert (Associazione Sport per tutti) di Courmayeur. Si trova in Via Gramsci 5 e aprirà i battenti oggi, sabato 3 dicembre, con un momento di inaugurazione alle 15.

“Sarà un esercizio commerciale dalla valenza sociale – spiega Andrea Borney, il fondatore – che vuole proporre in un unico punto vendita, una selezione dei migliori prodotti realizzati da realtà che operano con la disabilità, in Italia e nel mondo, oltre a rappresentare una vetrina dei prodotti d’eccellenza realizzati in Valle d’Aosta”.

Alla bottega del sorriso sarà possibile acquistare i prodotti per la cura a base di piante officinali della Fondazione Olllignan, oggetti creativi realizzati dai laboratori dei CEA (Centri Educativi Assistenziali) di Hône, Châtillon, Quart ed Aosta e ancora il Vino del sorriso prodotto dall’Aspert con il coinvolgimento di persone disabili e in condizione di disagio sociale e vinificato dall’azienda Les Crètes, partner del progetto. Oltre a questi tanti prodotti e manufatti realizzati in Italia e nel mondo grazie alla valorizzazione delle competenze e dei saperi della persone con disabilità,  

 

Di fianco alla Bottega si svolgeranno poi dei laboratori del sorriso, veri e propri luoghi creativi pensati a misura di ogni persona coinvolta. La bottega e i laboratori sono sostenuti dalla Fondazione François Fosson che ha coperto il Canone d’affitto dei locali per un anno, consentendo così lo start-up dell’attività.

Ho 44 anni e sono giornalista professionista. Nonostante la laurea in Scienze della Comunicazione, ho trovato lavoro fondando, insieme ad altri, questo quotidiano online. Grazie alla mia proverbiale saggezza in redazione mi chiamano “mental coach”, mentre per gli amici sono “la nonna”. Nel tempo libero mi piace leggere, viaggiare, camminare e stare con gli amici.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>