VIDEO Eventi

A Valgrisenche torna “Rappelen lo tèn que passe”, alla scoperta delle tradizioni

Valgrisenche - Sabato 25 agosto torna la tradizionale manifestazione dell'estate di Valgrisenche. L'edizione 2018 ha come tema Lo Merejéi, il falegname, e si svolgerà nelle vie del capoluogo.

Sabato 25 agosto torna la tradizionale manifestazione dell'estate di Valgrisenche "Rappelen lo tèn que passe". L'edizione 2018 ha come tema Lo Merejéi, il falegname, e si svolgerà nelle vie del capoluogo.

A partire dalle 13 verrà aperto lo stand enogastronomico della Pro loco che proporrà i piatti della tradizione per pranzo e cena, accompagnati da selezionati vini valdostani. Verrà poi inaugurato il mercatino dei prodotti artigianali e agroalimentari per le vie del paese, dove sarà possibile assistere a dimostrazioni della lavorazione del legno, taglio, intaglio, scultura e tornitura. Oltre agli artigiani presenti con il proprio banco, la Pro loco allestirà uno stand espositivo e dimostrativo della lavorazione del legno con attrezzi del passato e del presente, per illustrare i cambiamenti avvenuti in un settore così importante nell'economia delle nostre valli.

Per l'occasione la pro loco ha realizzato inoltre una piccola pubblicazione sui boschi della Valgrisenche dove si trova il magnifico bosco monumentale dell'Arolla, con esemplari di larice che superano i 500 anni di età), sul ruolo del bosco e sui prodotti che da questi derivano, oltre all'analisi della figura del falegname attraverso le testimonianze degli artigiani di Valgrisenche.

"Rappelen lo tèn que passe", edizione 2018, è anche per i più piccoli. Dalle 13.30 infatti sarà possibile partecipare al laboratorio di falegnameria didattica a cura del docente Gino Chabod e ascoltare i racconti forestali nella zona letture per bambini "Il bosco raccontato".

 

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>