Beati i primi

Casarecce con crema di asparagi, ricotta e pinoli tostati

Aosta - Un buon primo piatto con questo ortaggio di stagione, che reso cremoso insieme alla ricotta è perfetto per un condimento leggero e molto green.

Casarecce con crema di asparagi e ricotta, pinoli tostati

Le casarecce con crema di asparagi e ricotta sono davvero un buon primo piatto con questo ortaggio di stagione, che reso cremoso insieme alla ricotta è perfetto per un condimento leggero e molto green. Ecco i passaggi.

Casarecce con crema di asparagi, ricotta e pinoli

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

180 di casarecce

500 gr di asparagi

200 gr di ricotta

1/2 cipolla

sale q.b.

pepe q.b.

olio evo q.b.

10 gr di pinoli

 

Tempo di preparazione: 20 minuti

Preparazione

Lava e pulisci gli asparagi, eliminando la parte legnosa del gambo e pelando la buccia più esterna. Falli lessare in acqua bollente per circa 10 minuti, tenendo fuori dall’acqua le punte. Scolali e falli raffreddare in acqua ghiacciata, questo serve per preservare un bel colore verde e a mantenerli croccanti.

Una volta raffreddati taglia le punte e tienile da parte, quindi taglia anche la parte restante del gambo a rondelle e trasferisci il tutto nel bicchiere di un mixer. Unisci la ricotta fresca, un po’ di olio evo, sale, pepe e frulla il tutto fino ad ottenere una crema omogenea. In un tegame fai insaporire le punte degli asparagi per qualche minuto in un soffritto con olio extravergine e cipolla tritata finemente, (tieni da parte alcune punte per decorare). Fai tostare i pinoli in un padellino per alcuni minuti.

Fai lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolala conservando un po’ di acqua di cottura. Versala nel tegame con le punte di asparagi, aggiungi la crema ottenuta e manteca bene il tutto. Unisci l’acqua di cottura se necessario per rendere più cremoso il condimento. Impiatta le casarecce con crema di asparagi e ricotta, decorando con le punte di asparago tenute da parte, i pinoli tostati e una macinata di pepe. Servi caldo.

Leggi il Blog 
Pagina FB
Instagram

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>