Sport

Tour de Ski, valdostani ancora brillanti: 7° De Fabiani, 15° Brocard

Aosta -Dopo il terzo posto di due giorni fa il gressonaro conferma di essere sulla strada giusta; ora è 11° in classifica del Tour de Ski, ma dovrà decidere se partire domani nella “Final Climb”. L’alpina guadagna ancora posizioni e si porta al 14° posto

Elisa Brocard - foto Alessandro Garofalo/Pentaphoto MateImage

Penultima tappa del Tour de Ski di sci di fondo in Val di Fiemme, con una 10 km femminile ed una 15 km maschile mass start in tecnica classica che sorride ancora ai colori valdostani.

Dopo il podio di due giorni fa, Francesco De Fabiani conferma di essere sulla via del recupero e di poter tornare ad essere competitivo con un buon 7° posto, frutto di una gara in cui il valdostano è sempre riuscito a rimanere nel gruppo dei primi dieci e a portare l’allungo decisivo nel chilometro finale. Il suo tempo finale – 39’03”4 – è di 23”1 superiore a quello del vincitore Alexey Poltoranin, che in volata ha anticipato Larkov, Harvey e Cologna. Ora De Fabiani è 11° nel Tour de Ski, ma ancora dovrà decidere se prendere parte alla tappa di domani o meno.

Elisa Brocard replica il 15° posto di Oberstdorf di due giorni fa, ottenendo a Lago di Tesero lo stesso piazzamento con il tempo di 30’54”2, a 1’46”3 dalla vincitrice Heidi Weng. Buona la rimonta della valdostana, che ad un quarto di percorso si trovava in 27° posizione, risalendo fino al 20° posto a metà gara. Con questo risultato l’alpina di Gressan guadagna altre tre posizioni in classifica generale di Tour de Ski, portandosi ora 14°.

Domani, domenica 7 gennaio, la tappa conclusiva del Tour de Ski vedrà il plotone di fondisti alla prova più difficile, la mitica e massacrante “Final Climb” dell’Alpe Cermis: 9 km di salita a inseguimento in tecnica libera, con pendenze che raggiungono il 30%. Tra le donne, Ingvild Oestberg si presenterà in testa ma dovrà guardarsi da Heidi Weng, a meno di due secondi da lei. In campo maschile guida Dario Cologna davanti a Poltoranin e Ustiugov.

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>