Sport

Questa sera Martine Michieletto sul ring per difendere il Mondiale WKU

Aosta -La campionessa del Fighting Club Valle d’Aosta in Svezia per difendere la cintura mondiale WKU di Muay Thai Full Rules (categoria 57,5 kg) contro la padrona di casa Elna Nilsson

Manuel Bethaz e Martine Michieletto

Appuntamento di prestigio questa sera per Martine Michieletto, volata ieri a Lund, in Svezia, per difendere la cintura mondiale WKU di Muay Thai Full Rules (categoria 57,5 kg). A contenderle il titolo sarà la padrona di casa, la campionessa nazionale Elna Nilsson: peso di 57,2 kg per la campionessa di Donnas e di 57,5 kg per la svedese al rilevamento di ieri.

L’atleta del Fighting Club Valle d’Aosta aveva conquistato la cintura nel 2016 contro la spagnola Estela Garcia, e si è detta pronta e fiduciosa per l’incontro di stasera, nonostante il “fattore campo”: “Mi sono allenata duramente, forse anche più delle altre volte. Avrò di fronte una rivale molto forte fisicamente, con ottime doti atletiche, ma da un punto di vista tecnico credo di avere qualche carta in più da giocare”, spiega Michieletto. “Sarà un incontro difficile, dovrò cercare di rimanere tranquilla e concentrata sul ring. Senza dimenticare che, combattendo in casa della mia sfidante, dovrò vincere in modo netto per riportare a casa la cintura”. Sulla stessa scia le dichiarazioni del maestro Manuel Béthaz: “Martine ha tutte le carte in regola per poter vincere anche questo incontro. Arriva da un'ottima striscia di risultati positivi ma soprattutto dall'esperienza in Thailandia, dove ha potuto perfezionare ancora la muay thai che è anche la sua disciplina preferita. Inoltre, nell'ultimo incontro, quello al PetrosyanMania di Monza, ha vinto per ko alla seconda ripresa. Speriamo sia di buon auspicio in vista di questo incontro, senza dimenticare che combattendo in casa della sua avversaria dovrà stravincere per essere sicura in un verdetto favorevole se non addirittura chiudere l'incontro prima del limite”.

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>