Sport

Pellegrino c’è: quarto posto nella sprint di Otepaa

Aosta - Nell’ultima gara prima dei Mondiali di Lahti, dominata da Klaebo, il valdostano arriva ai piedi del podio e dimostra di poter dire la sua nella rassegna iridata

Federico Pellegrino - foto Andrea Solero (Pentaphoto/Mateimage)

Voleva dare un segnale in vista dei Mondiali della prossima settimana, ed in parte c’è riuscito. Federico Pellegrino ha chiuso ai piedi del podio la sprint a tecnica libera di Otepaa – ultima gara prima della rassegna iridata –  dominata da Klaebo che, se dovesse mantenere anche a Lahti queste condizioni, sarà sicuramente l’avversario da battere. Un quarto posto comunque positivo, anche perché il giovane atleta di Nus aveva già messo in preventivo di poter non essere oggi al 100%, essendo in fase di scarico in vista della gara di giovedì. Voleva dimostrare, a sé ed agli avversari, di esserci, e lo ha fatto, candidandosi sicuramente tra i possibili protagonisti in Finlandia.

Secondo in qualificazione con 3’05”29, a 73 centesimi da Klaebo, Pellegrino ha vinto bene la propria batteria dei quarti di finale, precedendo di 56 centesimi il britannico Young. Molto più combattuta la semifinale, che vedeva il poliziotto valdostano affrontare i forti Krogh, Klaebo e Halfvarsson. Arrivato terzo, a soli 21 centesimi dai due norvegesi, Pellegrino è riuscito a guadagnare la finale grazie al tempo di 3’08”66, migliore degli esclusi. Nella finale, per due terzi norvegese, il ventiseienne ha evidenziato qualche difficoltà, soprattutto visto il distacco di quasi 5 secondi accusati da Klaebo. Completano il podio Krogh e Ustiugov. Pellegrino mantiene comunque la vetta della classifica di Coppa del Mondo di specialità.

Tra le donne, diciottesimo posto per Greta Laurent, migliore delle italiane, uscita ai quarti di finale. Niente 15 km domani per Francesco De Fabiani, colpito da influenza.

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>