Sport

Luca D’Isanto vince per KO al rientro e ipoteca la qualificazione ad Oktagon

Aosta - Il Fighting Club VdA continua a mietere successi: al rientro dopo l’infortunio al menisco, D’Isanto ha sconfitto a Lecce Ismael Bene per “La notte dei Gladiatori”.

Luca D'Isanto contro Ismael Bene a "La notte dei Gladiatori"

Continua a mietere successi il Fighting Club Valle d’Aosta, e questa volta lo fa anche al maschile. Dopo gli ottimi ultimi risultati di Martine Michieletto ed Erika Vesan, questa volta è Luca D’Isanto a vincere a “La notte dei Gladiatori”.

D’Isanto era al rientro sul ring dopo l’infortunio al menisco che lo ha tenuto lontano per quattro mesi, e ieri a Lecce era impegnato proprio con Ismael Bene, l’atleta contro il quale avrebbe dovuto combattere se non si fosse infortunato pochi giorni prima in allenamento. Nell’incontro di K1 (fight code) dedicato alla categoria -65 kg, l’aostano ha battuto l’avversario per KO già alla seconda ripresa, dopo averlo colpito al volto e mandato al tappeto per due volte: la seconda è stata quella decisiva, e Bene non si è più rialzato. Con questa vittoria D’Isanto mette una seria ipoteca sulla qualificazione ad Oktagon 2018, benché è probabile che verrà ancora sfidato nelle prossime settimane.

“È stato un match riuscito alla perfezione”, ha commentato Luca D'Isanto. “Sono riuscito a portare sul ring tutto quello che avevamo provato con il mio tecnico in allenamento. In modo particolare avevamo preparato gli incroci con il destro, poi andati a segno”.

Gli fa eco il maestro Manuel Bethaz: “Luca ha combattuto alla grande. Avevamo preparato al meglio tutte le combinazioni, in modo particolare l'entrata con il destro. Lo ha eseguito alla perfezione e con un tempismo perfetto quando l'ho chiamato dall'angolo. È stato uno strepitoso ko e questo lo ha confermato il numero uno dei 65kg”.

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>