Sport

Luca D’Isanto fuori da Oktagon con rabbia

Aosta -Un verdetto ai punti che farà discutere a lungo ha sbarrato all’atleta del Fighting Club Valle d’Aosta la strada per partecipare a Oktagon 2018 contro Domenico Lomurno. Bethaz: “Il verdetto ci ha lasciati senza parole”.

Luca D'Isanto

Un verdetto ai punti che farà discutere a lungo nel mondo delle arti marziali ha sbarrato a Luca D’Isanto, atleta del Fighting Club Valle d’Aosta, la strada per partecipare a Oktagon 2018, la più importante manifestazione che si terrà a luglio a Roma e a cui parteciperà Martine Michieletto contro Gloria Peritore, in un match che si preannuncia rovente.

Nell’incontro disputatosi questo weekend a Sava, in Puglia, D’Isanto è stato sconfitto al termine delle cinque riprese dal pugliese Domenico Lomurno del team Cifarelli grazie alle valutazioni fatte dai giudici nonostante i tanti colpi messi a segno dal valdostano. “Luca ha messo a segno un gran numero di colpi che l'avversario, un abile incassatore, ha subito senza comunque andare a terra”, spiega il maestro Manuel Bethaz. “Considerato come è andato l'incontro, il verdetto ci ha lasciati senza parole”, continua. “La prima ripresa si è conclusa in pareggio mentre nelle successive quattro Luca ha vinto nettamente. Tuttavia, sapevamo che essendo in trasferta dovevamo temere il fattore del “verdetto casalingo”. L'unico modo per essere certi della vittoria sarebbe stato trovare un ko, ma non è sempre facile”. Sul profilo Facebook di Martine Michieletto Giulio Morgante, promoter dell’evento, tiene a precisare che gli arbitri erano “uno di Milano, due di Napoli e due dalla Puglia” e che l’atleta “di casa” non era Lomurno ma Florenzo Pesare.

Complice anche la lunga trasferta in macchina a causa dello sciopero degli aerei, il risultato non è stato quello sperato e, ad un passo dal traguardo, D’Isanto deve accantonare per quest’anno la speranza di tornare ad Oktagon, anche se la stagione del Fighting Club Valle d’Aosta rimane ricca di appuntamenti.

 

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>