Sport

Lo Stade Valdôtain vince e vola in testa alla classifica

Aosta - Contro il Rivoli, sul campo neutro di Settimo, finisce 38-10 per i Leoni gialloneri, che approfittano delle sconfitte di Rho e Settimo per portarsi in vetta a due giornate dal termine

Stade Valdotain-VII Torino

È stata una giornata di campionato – l’ottava – complicata ma proficua per lo Stade Valdôtain di rugby. Complicata, perché la nevicata che ha investito la Valle d’Aosta ha obbligato la squadra del presidente Fida a dover trovare all’ultimo un campo neutro a Settimo Torinese, vista l’impraticabilità del campo di Sarre, con un viaggio in autostrada durato più del dovuto proprio per la neve.

Soprattutto è stata proficua, però, perché la vittoria per 38-10 sul Rivoli Rugby porta i Leoni al comando della classifica, viste le concomitanti sconfitte di Rho e Settimo. Gialloneri subito in vantaggio con la meta di capitan Gontier trasformata da Valenti, ma il Rivoli accorcia le distanze andando in meta al 7’. Adrian Brama trova la meta al 15’, nuovamente trasformata da Valenti, a seguito di un’azione corale, mentre Pina Barros va a realizzare sul finire della prima frazione una grande meta in solitaria. Una meta del Rivoli porta le due squadre al riposo sul 19-10. Nella ripresa lo Stade prende il largo con le mete di Carlino e Duc trasformate da Bacilieri.

La classifica è corta, ma domenica prossima, 17 dicembre, una vittoria dello Stade nel derby casalingo contro l’Ivrea permetterà ai gialloneri di accedere alla poule Promozione.

Formazione: Valenti (Grande), Pina Barros (Barbieri), Mion (Carlino), Bacilieri, Brama (Gontier Stefano), Anselmet, Caponetti, Frazzetta Ramon, Tricca (Seghesio), Caputo (Duc), Lallinaj, Henriod, Frazzetta Simone, Monnet, Gontier Massimo. A disposizione: Cortinovis. Coach: Fabio Chiesa.

Classifica: Stade Valdôtain 27 punti; TKGroup Rugby Torino 26 punti; Rugby Rho 24 punti; Ivrea Rugby Club 23 punti; Rivoli Rugby 2 punti; CUS Torino Cadetta 1 punto.

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>