Sport

Federico Pellegrino e Greta Laurent sono i “sovrani” della Cervino Nordic Rush

Aosta - Pellegrino ha vinto la finale con due successi di manche perentori sul compagno di nazionale Maicol Rastelli che ha provato, sino all’ultimo, a rendergli dura la vita. Tra le donne prima vittoria alla Cervino per Greta Laurent.

Cervino Nordic Rush 2018

Era il grande favorito della vigilia e non ha tradito le attese: Federico Pellegrino ha dominato la Cervino Nordic Rush, spettacolare gara sprint che si è svolta ieri pomeriggio, sabato 31 marzo, nel centro di Cervinia. “Quest’anno volevo arrivare alla gara di fine stagione che viene organizzata in mio onore con una buona condizione – ha spiegato l’argento olimpico di PyeongChang – ce l’ho fatta e sono contento. Di aver visto tanti tifosi a bordo pista e di essere riusciti, insieme a tutti gli altri fondisti in gara, a regalare un po’ di spettacolo”.

Pellegrino ha vinto la finale con due successi di manche perentori sul compagno di nazionale Maicol Rastelli che ha provato, sino all’ultimo, a rendergli dura la vita. “Ci ho provato – ha detto Rastelli -. Ma contro Pelle è stato impossibile”. Terzo posto per Francesco De Fabiani che ha avuto bisogno della terza manche per battere Dietmar Noeckler. “Non sono uno sprinter ed essere arrivato così avanti è stata una piccola soddisfazione. Ora un po’ di mare e di riposo e poi di nuovo sotto con gli allenamenti”. Nella finale ad otto c’erano anche l’australiano Philipp Bellingham, gli azzurri Giandomenico Salvadori, il tailandese Mark Chanloung e il vincitore della gara Open, l’alpino Mikael Abram che ha usufruito della wild card.
 

Tra le donne prima vittoria alla Cervino per Greta Laurent. La gressonara ha vinto bene le due finali che la vedevano opposta alla compagna delle Fiamme Gialle Lucia Scardoni. Terzo posto per la tedesca Elisabeth Schicho, che ha battuto in tre manche la trentina delle Fiamme Oro Ilaria De Bertolis. “Sono contenta di questa vittoria – ha detto Laurent -. Non ci ero ancora riuscita ed è arrivata al termine di una stagione che mi ha vista di nuovo ai miei livelli. Ora voglio di più per l’anno prossimo e mi impegnerò per migliorare ancora”. Nel tabellone ad otto delle donne hanno gareggiato anche Elisa Brocard, la francese Iris Pessey, la tailandese Karen Chanloung e la vincitrice della gara Open, Emilie Jeantet.

In mattinata erano scesi in pista i giovani delle categorie Ragazzi e Allievi, che hanno gareggiato nel Team Event. A vincere sono stati gli Amis de Verrayes (Nicola Zanon, Asia Meynet e Axel Navillod) sulla squadra mista Gran San Bernardo/Godioz/Saint-Barthélemy formata da Gilles Margueret, Virginia Cena e Maurizio Macori e i Brusson 1 con Giorgia e Mattia Saracco e Laurent Curtaz. “Siamo soddisfatti – ha detto Stefano Carrel -. Avere qui campioni così disponibili come Pellegrino sono un ottimo veicolo di promozione per lo sci di fondo”.         

Massimiliano Riccio

39 anni, giornalista professionista: oltre a brontolare continuamente, in redazione mi occupo di tutto un po’, dalla politica allo sport, con un occhio di riguardo per la fotografia e i video. Sono appassionato di tecnologia, musica, grigliate e basket americano.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>