Sport
Ultima modifica: 20 Giugno 2018 alle ore 2:11

Federica Brignone sfiora la vittoria: seconda nel gigante di Squaw Valley

Aosta -Con un’ottima seconda manche, la valdostana si piazza alle spalle di Mikaela Shiffrin per soli 7 centesimi. Questa sera lo slalom

Federica Brignone nel gigante di Squaw Valley - foto Pentaphoto Mateimage

Penultimo appuntamento stagionale con il gigante femminile, e splendido secondo posto per Federica Brignone a Squaw Valley. Con un’ottima seconda manche, la valdostana si piazza alle spalle di Mikaela Shiffrin per soli 7 centesimi, chiudendo con il tempo totale di 2’16”49. Al terzo posto la francese Tessa Worley, a 8 decimi da Brignone. Quattro italiane nelle prime dieci, con Manuela Moelgg (4°), Sofia Goggia (7°) e Marta Bassino (9°).

La sciatrice di La Salle aveva chiuso al quarto posto la prima manche, staccata di 99 centesimi dalla statunitense Shiffrin e dietro anche a Worley e Bassino. Il secondo tempo assoluto nella seconda manche le ha permesso di superare la francese e l’azzurra e di insidiare la vincitrice di giornata.

“Ero molto arrabbiata dopo la prima manche”, spiega Federica Brignone sul sito FISI, “perché, scendendo, mi ero resa conto che era molto più facile di quello che si pensava. Nella seconda ho deciso di mollare molto di più, di essere più tonda, e di far correre gli sci. Quando ho tagliato il traguardo ho sperato per un secondo nella vittoria, ma solo per un secondo perché la Shiffrin è stata più brava di me. Sono comunque contenta, me la sto godendo. Ed ora ad Aspen partirò per raggiungere il massimo obiettivo”. Con questo secondo posto, Federica raggiunge il diciassettesimo podio in carriera.

Questa sera (prima manche alle 19, seconda alle 22) lo slalom, sempre in terra statunitense.

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>