Sport

Domani allo stadio Puchoz le vecchie glorie dell’Aosta scendono in campo

Aosta -"L'Aosta c'è", questo il titolo dell'evento, prende il via dalle ore 14.30 sul campo del Puchoz: un centinaio di ex giocatori dello storico club si cimenteranno in partite di 40 minuti. Prevista anche una dimostrazione di football integrato.

La formazione dell'Aosta del 1973-1974

Lo stadio Mario Puchoz di Aosta domani, sabato 4 giugno, ospiterà il ritrovo delle vecchie glorie dell’Aosta calcio 1911, lo storico club della città fallito nel 2010. A scendere in campo per brevi partite amichevoli saranno un centinaio di ex giocatori di generazioni diverse (dal 1970 al 2000) provenienti da tutta Italia e desiderosi di indossare la mitica maglia rossonera.

Le partite inizieranno alle 14.30. Alle 16 è prevista una dimostrazione di football integrato a cura dello CSEN, il Centro sportivo ente nazionale, che ha lanciato in Italia e in altri paesi europei questa disciplina. Il footoball integrato è l’adattamento del calcio ai principi di inclusione e di accessibilità per tutti. Prevede la formazione di squadre composte da giocatori disabili e non, con cinque ruoli in campo definiti in base alle abilità motorie di ognuno.

Ospite d’onore della manifestazione sarà Nicole Orlando, atleta down, pluricampionessa mondiale di atletica e concorrente dell’ultima edizione del programma Rai ‘Ballando con le stelle’.

Ho 44 anni e sono giornalista professionista. Nonostante la laurea in Scienze della Comunicazione, ho trovato lavoro fondando, insieme ad altri, questo quotidiano online. Grazie alla mia proverbiale saggezza in redazione mi chiamano “mental coach”, mentre per gli amici sono “la nonna”. Nel tempo libero mi piace leggere, viaggiare, camminare e stare con gli amici.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>