Società
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 2:24

Una Pasqua di appuntamenti in Valle: dallo sport al divertimento, fino alla tradizione

Aosta - Arte, cultura, divertimento e sport. Mentre il weekend pasquale si avvicina sono molti gli eventi che attraversano la Regione da un capo all'altro, e che possono accontentare i gusti più disparati, sia dei turisti che dei valdostani.

Foire de la Paquêrette, Courmayeur

Arte, cultura, divertimento e sport. Mentre il weekend pasquale si avvicina sono molti gli eventi che attraversano la Regione da un capo all'altro, e che possono accontentare i gusti più disparati, sia dei turisti che dei valdostani.

L'ultima neve e le feste sulle piste
Anzitutto lo sci, ma anche tanto divertimento, con la maggior parte dei comprensori pronti a salutare la stagione invernale lunedì 17 aprile, giorno di Pasquetta. Pila chiude con la sua ormai classica 'Desarpa Bianca', il 'gigantone' aperto sia agli sciatori esperti che agli amatori e che, come da tradizione parte dai 2.596 metri della pista Bellevue aggiungendovi, per questa edizione 2017, l'apertura alle categorie 'allievi' e 'ragazzi'.

A Gressoney-La-Trinité invece si festeggerà la chiusura del comprensorio sciistico all'insegna del cibo e della goliardia con il tradizionale Spring Barbecue Contest e la sua 'cucina non stop' dalle 12.00 alle 15.00, le piscine di acqua gelata da attraversare indenni, e che proseguirà fino a tarda notte con il Redbull Party nella sala polivalente.

 

Una Pasqua di cultura, tra libri e mostre
Sabato 15 aprile ad Aosta si inaugurerà 'Les Mots – il Festival della parola in Valle d'Aosta', con piazza Chanoux che si vedrà trasformata – fino al 1° maggio – in una grande libreria. All'interno, oltre ai libri, si potranno seguire oltre 90 appuntamenti in programma durante le due settimane e che vanno dagli incontri con gli autori fino agli abbinamenti tra letteratura, musica, teatro e prodotti locali degli 'Assaggi culturali', passando per ospiti di punta come Mantovani, Pivetti, Cognetti, Sgarbi, Cremonesi, Casati Modignani e molti altri.

Sul versante delle mostre proseguono i grandi appuntamenti con la fotografia del Forte di Bard, ovvero 'Icônes' di Robert Doisneau e le migliori immagini naturalistiche del 'Wildlife Photographer of the year'. Passando alla pittura, sempre a Bard, c'è 'Discovering Tiziano', mostra dedicata al gigante veneziano del Rinascimento.

Pittura protagonista anche ad Aosta, al Museo Archeologico Regionale, con l'esposizione 'Giovanni Segantini e i pittori della montagna', itinerario dedicato ai maestri italiani che – tra fine Ottocento ed inizio Novecento – hanno rappresentato la montagna a partire da Segantini, tra i massimi esponenti del divisionismo.

 

Courmayeur: tra piste, sapori e artigianato
Molto corposa anche la programmazione all'ombra del Monte Bianco a partire da sabato 15 aprile con il tour enologico 'Vigneros Courmayeur' nel quale si potranno assaporare le migliori specialità della Valle d'Aosta in alcuni dei migliori alberghi di Courmayeur.

A Pasqua, mentre di giorno si scia, ci si prepara alla festa notturna tra Cocktail Bar, Caffè e Pub nel centro città. Il lunedì di Pasquetta invece colorerà tutta Courmayeur grazie alla 'Foire de la Paquêrette', la fiera dell'artigianato ideata nel 1996 e che riempirà le strade del centro con oltre 300 bancarelle e che aprirà all'insegna della festa, dei balli e della musica con la sfilata della Banda musicale Courmayeur-La Salle accompagnata dai Beuffons e dal gruppo folkloristico Les Badochys.

A Pasqua con le uova
Immancabile per la Pasqua dei più piccoli, a Gressoney-Saint-Jean, domenica 16 aprile, si terrà la Caccia alle uova pasquali, vera e propria caccia al tesoro per i bambini tra le piazze e le vie del centro storico.

Il giorno dopo invece, lunedì 17, un'altra caccia al tesoro si terrà al Museo di Carlo Tassi a Nus. Oltre alla ricerca delle uova il programma prevede 'megamerenda speciale', Truccabimbi, spettacolo di falconeria e la possibilità per i bambini di cavalcare un pony.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>