Società

TV 5 Monde sbarca in Valle d’Aosta

Aosta -Siglato l’accordo con la Regione. I programmi sono visibili gratuitamente sul canale 103, dopo aver aggiornato la lista sul proprio decoder. L’offerta comprende film, documentari, informazione, sport e programmi per bambini, di produzione francofona.

La firma dell'accordo per Tv5 Monde

France 2 sul 101, TSR sul 102 e ora TV5Monde sul 103. Gli amanti dello zapping si saranno senz’altro accorti che da qualche giorno la lista dei canali presenti sul digitale terrestre si è allungata.

La new entry è il canale generalista con sede a Parigi che da più di venticinque anni propone nel mondo il meglio della produzione francofona, proveniente non soltanto dalla Francia, ma anche dal Belgio, dal Canada, dal Québec, dalla Svizzera e dall’Africa, grazie ad accordi con le televisioni nazionali, azionisti della rete stessa (France 2, France 3, France 4, France 5, France O’, ARTE France, RTBF, TSR, Radio-Canada e Télé-Québec).

La programmazione
L’offerta è molto varia e comprende film, documentari, fiction, ma anche tanta informazione, magazine, sport, musica, cultura e programmi per bambini. Con una particolarità. “Tutto ciò che trasmettiamo è di produzione esclusivamente francofona – ha commentato questa mattina la direttrice di origini piemontesi, Marie-Christine Saragosse, dopo aver firmato l’accordo con il presidente della Regione, Augusto Rollandin – quindi niente serie tv o grandi blockbuster americani: il nostro scopo è di portare nelle case di tutto il mondo non solo la lingua, ma la cultura stessa della francofonia”.

La Valle d’Aosta entra nel “circuito”
Con più di cinquanta milioni di spettatori sparsi su cinque continenti e nove segnali “localizzati” ad hoc non solo in base al fuso orario, ma anche per quanto riguarda i contenuti proposti, TV5 persegue su scala mondiale gli obiettivi del servizio pubblico. “Vogliamo divertire, informare – ha concluso Saragosse – ma anche favorire lo scambio, la diversità e la pluralità di una cultura che ha radici in diverse parti del mondo”.

Sulla stessa lunghezza anche Rollandin, secondo il quale “la televisione è attualmente il mezzo più efficace per la diffusione di una lingua e siamo convinti che TV5 ci darà una mano a diffondere la francofonia nella nostra Regione e allo stesso tempo promuovere la Valle d’Aosta nel mondo, grazie ad alcune trasmissioni riguardanti il nostro territorio che entreranno nel circuito di TV5”.

Per molti, ma non per tutti
Chi potrà usufruire del nuovo canale? Secondo i dati forniti dalla Regione, “i comuni che attualmente ricevono il segnale e nei quali si può quindi guardare TV5Monde sono una quarantina (su 74, ndr), anche se in alcuni la copertura è ancora parziale”.

Purtroppo però in alcune località, a due anni e mezzo dallo “switch off”, ci sono ancora molte difficoltà nel ricevere il segnale, e molti cittadini pur pagando il canone vedono poco o nulla.
“Insieme alla Rai stiamo lavorando per risolvere anche questi problemi – ha concluso Rollandin – speriamo di farlo il più presto possibile“.
 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>