Società

“Ri-giochiamo”, nasce il progetto della 4^B del Bérard per ridare ai giocattoli usati nuova vita

Aosta -L'idea, nata all'interno del progetto di alternanza scuola-lavoro, verrà presentato domani, sabato 5 maggio alle 16 in Cittadella dei Giovani. Gli interessati potranno portare i vecchi giocattoli - in buono stato - da consegnare ai bambini bisognosi.

Si chiama “Ri-giochiamo”, e nasce da un’idea della classe 4^B del Liceo Scientifico Bérard, all’interno dei progetti di alternanza scuola-lavoro. L’idea semplice quanto efficace: i ragazzi hanno dato vita ad una associazione che si occupa di distribuire giocattoli ai bambini più bisognosi, ben consci dell’importanza ricreativa e allo stesso tempo educativa del gioco, in particolare nell’infanzia.

Domani, sabato 5 maggio, a partire dalle 16, il progetto verrà presentato in Cittadella dei Giovani ad Aosta, anche se non si tratterà di una semplice “presentazione” quanto del primo vero e proprio atto pratico di “Ri-giochiamo”.

Oltre a conoscere questo progetto, infatti – tra i tanti momenti di divertimento grazie ai giochi messi a disposizione dall’associazione Aosta Iacta Est – il pomeriggio sarà soprattutto l’occasione per tutti per consegnare i giocattoli in buono stato e non più usati, come ad esempio pupazzi, bambole, giochi da tavolo, libri, per donare loro letteralmente una “seconda vita”. I ragazzi di Ri-giochiamo si occuperanno infatti di distribuirli ai bambini più bisognosi, donando loro non solo un semplice giocattolo, ma anche la possibilità di riscoprire il sorriso.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>