VIDEO Società

La maratona d’idee in Cittadella: alla scoperta della prima sfida su “Arti e Trasformazione”

Aosta - Uno spazio per la bellezza: come trasformeresti la parete grigia di fronte alla Porta Praetoria? Chicco Margaroli presenta la prima delle cinque sfide che verranno lanciate il 17 marzo in Cittadella dei giovani nella maratona d'idee "Aosta Città Connessa"

Mancano meno di due settimane alla Maratona d’idee “Aosta Città Connessa”. Dieci ore consecutive in cui squadre eterogenee di non più di 6 persone si sfideranno su idee e progetti finalizzati alla costruzione dell’Aosta del futuro sullo sfondo di 5 aree tematiche a scelta: Ambiente, Arti e Trasformazione, Educazione e Integrazione, Impreditorialità, Turismo.

Iniziamo, quindi, oggi a scoprire le sfide lanciate da Aosta Future Camp.

ARTI E TRASFORMAZIONE (AAA. AostaAlleArti)

 “Potrebbe essere un gioiello”. Pensare alla nostra città con occhi nuovi e nuove connessioni è uno sforzo per nulla scontato. Aosta, come tutto il meraviglioso paese Italia, ha un enorme patrimonio culturale che raramente conosciamo, riconosciamo e a stento siamo stati in grado di valorizzare, per farne un preciso e forte segno caratterizzante.

Eppure c’è. Il linguaggio delle Arti ha la forza di creare nuove e rinnovate tipologie di intervento, capaci di connettere tutto il suo tessuto urbano e sociale. Attraversare le generazioni e le loro differenti visioni, per rafforzare l’identità cittadina. Le arti, tutte, a supporto di nuovi circuiti tematici, di fruibilità ed estetici.
Cuore di una regione alpina, la nostra antica città può volgersi a una nuova e ampia visione, coniugando il suo passato e la sua geografia a una necessaria trasformazione contemporanea. Le arti come strumento di tutela e innovazione, per la vitale partecipazione collettiva alla bellezza. I suoi quartieri, i luoghi facili e difficili, classici e insoliti, come sfida per un nuovo processo di cambiamento e farne sistema.

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>