Società

“Ciclovia Baltea” e Via Francigena, Legambiente chiede una maggiore valorizzazione

Aosta -Questo l’obiettivo dell’incontro di ieri, domenica 27 maggio, a Montestrutto, tra i rappresentanti dei Circoli Legambiente Valle d'Aosta e Dora Baltea.

Via Francigena

Una rete per rafforzare la via Francigena e promuoverne la ciclovia. Questo l’obiettivo dell’incontro di ieri, domenica 27 maggio, a Montestrutto, tra i rappresentanti dei Circoli Legambiente Valle d'Aosta e Dora Baltea e Marco Framarin, referente Valdostano della FIAB, Enea Fiorentini, tra i maggiori conoscitori dei 1800 km della Via Francigena e Alberto Conte, Consulente tecnico del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la valorizzazione dell’itinerario pedonale della Via Francigena e fondatore di itinerAria e dell’associazione Movimento lento.

“Motivo dell'incontro – spiegano i due Circoli in una nota – è stato ribadire l'importanza del turismo dolce che sposta in Europa ogni anno milioni di persone e avviare un percorso per superare il fatto che i tracciati dal capoluogo piemontese a quello valdostano sono frammentati, poco segnalati, senza adeguati punti di tappa o di supporto. Parliamo delle piste ciclabili e di quella che vorremmo diventasse a tutti gli effetti la ‘Ciclovia Baltea’; ma anche della Via Francigena, che attrae molti pellegrini e che meriterebbe, nel tratto valdostano e canavesano, una maggior valorizzazione”.

Un’opportunità, la valorizzazione della tratta, anche per l’indotto che potrebbe portare, dal momento che, prosegue la nota: “i pellegrini e i cicloturisti visitano, mangiano, dormono. E spesso tornano per permanenze più lunghe con famiglia e conoscenti nei luoghi che hanno visitato, soprattutto se questi ultimi sono stati in grado di accoglierli degnamente”.

“Vogliamo quindi sostenere lo sviluppo ecologico e economico legato a questa idea alternativa di turismo – conclude il comunicato di Legambiente –, che non consuma e non degrada il territorio che attraversa ma che al contrario lo valorizza e diventa occasione di incontro e di scambio di conoscenza e di conoscenze. Ci piacerebbe mettere in rete le realtà economiche presenti in Valle d'Aosta e nel Canavese che possono trarre beneficio e promuovere sviluppo locale dal flusso di turisti ‘leggeri’”.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Un commento su ““Ciclovia Baltea” e Via Francigena, Legambiente chiede una maggiore valorizzazione”

  • Mariella SORBARA says:

    Condivido. La via Francigena non è segnalata bene per cui è difficile percorrerla, non c’è paragone con le segnalazioni del cammino di Santiago de Compostela .

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>