Pubbliredazionali
Ultima modifica: 20 settembre 2018 alle ore 13:50

Madame Escargot, la proposta di qualità a base di lumache della cooperativa Mont Fallère

Gignod - La cooperativa sociale aostana, da sempre attenta ad offrire opportunità occupazionali alle fasce deboli, gestisce un allevamento di lumache a ciclo biologico a Gignod. Sono così nati cinque prodotti per ricette all’insegna del gusto.

I terreni sopra la chiesa di Gignod, dove vengono allevati i molluschi

Due, in particolare, sono gli aspetti che ispirano l’agire della Cooperativa Sociale Mont Fallère. Da un canto vi è l’attenzione, da oltre venticinque anni, allo sviluppo di progetti imprenditoriali e servizi imperniati sull’inserimento lavorativo, offrendo opportunità occupazionali alle persone più fragili, o in condizione di marginalità. Dall’altro, la ricerca continua di nuovi spazi, privilegiando il lavoro quotidiano nei campi, svolto con autenticità e passione, e tenendo presente l’attenzione crescente al campo alimentare. Dall’incontro tra tutti questi elementi è nato Madame Escargot, il primo allevamento di lumache a ciclo biologico, gestito dalla cooperativa.

L’attività, improntata alle linee guida dell’Istituto Nazionale di Elicicoltura di Cherasco, è svolta su una superficie di tremila metri quadrati nel comune di Gignod, area adatta grazie a condizioni naturali ottimali ed ecocompatibili. Le lumache allevate sono della specie “Helix Aspersa”, indicata per il mercato alimentare, per la cosmesi e per il benessere. Le proprietà in cucina, in particolare, non mancano: si tratta infatti di un alimento leggero e facilmente digeribile, a base di acqua ed altre sostanze (83%), di proteine (13%), di sali (2%) e di lipidi (2%). Non solo: dalla data di confezionamento il prodotto fresco si conserva fino a sessanta giorni.

Hanno visto così la luce i cinque prodotti che costituiscono l’attuale proposta di Madame Escargot, in grado di soddisfare anche i palati più raffinati. Si tratta di due sughi pronti in barattolo ed un secondo piatto, ideati dallo chef aostano Mircko Zago, rinomato in Russia: il ragù di lumache, il piccante Escarghot e l’Escargonade, un vero e proprio “spezzatino di lumache” che richiama la nota “carbonade” valdostana e si presenta quale accompagnamento ideale per un piatto di polenta.

A queste ideazioni si aggiungono il vasetto da 280 gr. e la latta da 850 gr. di lumache al naturale. L’ideale per una serata a base della tradizionale ricetta “alla Parigina”, oppure di spiedini di lumache con verdure. La polpa già lessata e pronta, comunque, si presta ad una molteplicità di primi e secondi piatti all’insegna di gusto e sfizio. Si tratta di un ingrediente che permette infatti di sbizzarrirsi in cucina, richiamando piatti di estrazione popolare e gustosa, oppure una tradizione culinaria più ricercata e delicata.

I prodotti di Madame Escargot, distribuiti da “Alpenzu” di Arnad, sono disponibili in una serie di locali di qualità, sparpagliati in tutta la Valle d’Aosta. Inoltre, è possibile trovare i frutti dell’allevamento di Gignod in vari punti vendita in Piemonte e Lombardia. L’elenco aggiornato può essere consultato sul sito dell’allevamento, dove sono annunciati anche gli appuntamenti a cui la cooperativa Mont Fallère partecipa con queste innovative proposte (come il recente salone dell’abitare “Maison&Loisir”).

Per informazioni:
Madame Escargot
Cooperativa Sociale Mont Fallère
Località Chez Sentin, 1
Gignod

Tel. 0165 236624 / 348 5107429

E-mail

Sito web

Profilo Facebook

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>