Politica
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 2:13

Tra un mese e mezzo si vota ad Arnad, Issime e Valsavarenche: Bonel e Linty sicuramente ricandidati

Arnad - Ad Arnad, Pierre Bonel guiderà una lista di Uv, sinistra e indipendenti, con Celeste Rolland vice. Anche a Issime Christian Linty si ripresenta per il terzo mandato, quasi certamente senza avversari. Dupont, a Valsavarenche, non dà ancora conferme.

Il paese di Arnad

La data delle elezioni sarà il prossimo 7 maggio, cinque anni dopo le scorse elezioni, avvenute nel 2012. I cittadini di Arnad, Issime e Valsavarenche saranno chiamati a rinnovare sindaco, assessori e consiglio comunale.

Ad Arnad, paese più numeroso dei tre, con circa mille e cento elettori, l'attuale sindaco in carica, l'unionista Pierre Bonel, conferma la sua decisione di correre per il suo terzo e eventualmente ultimo mandato: “Saremo una lista composta da Union Valdôtaine, sinistra e indipendenti – spiega – e la vice sarà l'esponente dell'area di sinistra Celeste Rolland”. Rolland è già stata eletta in Assemblea: fino a dieci anni fa ha svolto il ruolo di consigliera di minoranza.

“Il programma è ancora tutto da definire assieme – continua Bonel – se non per il fatto che l'idea sia quella di procedere in continuità con questa legislatura e di continuare il percorso di sviluppo turistico per il nostro paese, legato ai nostri prodotti tipici”. Bonel ha fatto sapere di aver contattato i quattro consiglieri della minoranza Arnad notre pays: “Non siamo riusciti ad accordarci per una lista unica – spiega – peccato perché c'è stata un'ottima collaborazione per cinque anni”.

La lista avversaria, indipendente, è ancora da definire. “Ci stiamo ancora lavorando e avremo incontri in questi giorni – spiega il consigliere d'opposizione Daniele Bertolin – per fare uno schieramento unico noi avevamo chiesto di poter scegliere il 50 per cento dei nomi, ma non ci siamo accordati”.

Ad Issime, che sulla carta vedrà coinvolti più o meno 375 elettori, l'attuale sindaco Christian Linty correrà per il terzo mandato e dichiara di non essere a conoscenza di una lista di opposizione: “Che io sappia siamo solo noi, ma è chiaro che in caso contrario sarei l'ultimo a saperlo”, ci scherza su.

Linty è tesserato Uv, “ma la lista è indipendente – spiega – e stiamo cercando tre elementi per completarla, per ora sappiamo che, tra i componenti dello scorso consiglio, lasceranno Gregorio Girod e Marco Gaggioli, per impegni di lavoro”. L'accordo sul nome di Linty è informale perché il Comune ha meno di mille abitanti e in questi casi la legge elettorale non prevede l'indicazione di sindaco e vice.

Le priorità per il paese saranno una profonda manutenzione dell'acquedotto del vallone di San Grato: “È degli anni '60 e bisogna rifarlo, sostituire le tubature”. Un altro obiettivo sarà dare seguito al progetto di fattibilità per “l'ostello del lascito Linty – spiega – bisogna metterlo a posto, per ricavarne 25 posti letto”.

Ancora niente è deciso invece a Valsavarenche, dove saranno chiamati alle urne circa 160 persone. L'attuale sindaco Giuseppe Dupont, in carica da un mandato, fa sapere che tutto sarà deciso dopo il prossimo consiglio del 21: “Sono cose che bisognerà decidere assieme”, dice. La lista di maggioranza, Ouhaentze Valsavarenche, è civica e Dupont si definisce “un indipendente di area autonomista”. Dall'altra parte il consigliere di minoranza Ilvo Martin fa sapere che non è stato ancora deciso se fare o meno una lista: “Dobbiamo ancora tutti schiarirci le idee”.

Ho 35 anni, una laurea di primo grado in Lettere moderne e forse tra poco una di secondo grado in Scienze storiche, all’università di Torino. Ho scritto molto sul sistema delle finanze pubbliche della Valle d’Aosta. Mi piacciono le ostriche, l’Ottocento francese, gli Odezenne, Montale, il ramen e i video con i labrador. Adoro lo scotch, ma mi fa male. Scrivo per lo più di politica e amministrazione.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>