Politica

Si allontana l’obbligo per i comuni valdostani di vendere le partecipazioni nell’idroelettrico

Aosta -Primo sì del Governo alle modifiche richieste dalla Valle d’Aosta in materia di società idroelettriche

La centralina idroelettrica di Dolonne

Buone notizie per i comuni valdostani. Questa mattina, su proposta della Ministra per la semplificazione e la pubblica amministrazione Marianna Madia, il Consiglio dei Ministri ha approvato in forma preliminare un decreto legislativo contenente disposizioni integrative e correttive al testo unico in materia di società a partecipazione pubblica. Il decreto ammette la possibilità per gli enti locali di detenere partecipazioni nelle società aventi per oggetto sociale la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Una notizia accolta con soddisfazione dal Cda del Celva. "Con la modifica della “Riforma Madia” – sottolinea il consiglio di amministrazione in una nota –  il Governo ha accolto l’istanza fortemente voluta dal Sistema Valle d’Aosta che, dallo scorso novembre, si è adoperato in tutte le diverse sedi istituzionali per evitare l’obbligo della dismissione delle partecipazioni dei Comuni valdostani nelle centraline idroelettriche, che rappresentano una fondamentale fonte di reddito per gli enti locali interessati, sulle quale negli anni sono stati fatti considerevoli investimenti".

Sul decreto dovrà essere ancora acquisita l’intesa della Conferenza Unificata e i pareri delle competenti Commissioni parlamentari.

 

 

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>