Politica

Riforma del Terzo Settore, il senatore Lanièce: “Salvaguardati Vigili del Fuoco volontari”

Aosta - Tra le proposte del senatore valdostano sono state recepiti dal governo anche “alcuni vantaggi fiscali che vanno dal 5 per mille alla deduzione fiscale del 20% per l'acquisto di veicoli di soccorso” e la tutela delle minoranze linguistiche.

Vigili del fuoco volontari a Gressoney

È soddisfatto il Senatore Albert Lanièce che, assieme ai colleghi altoatesini del Gruppo Per le Autonomie al Senato ha visto accogliere, da parte del Governo, l'esclusione dei Corpi volontari dei Vigili del Fuoco della Valle d'Aosta e delle Province autonome di Trento e Bolzano dall'applicazione dell'art. 4, comma 2, che, si legge in una nota “avrebbe lasciato fuori dal Terzo settore questo importante categoria del non profit”.

Tra le proposte del senatore valdostano, prosegue il comunicato, sono state recepiti anche “alcuni vantaggi fiscali che vanno dal 5 per mille alla deduzione fiscale del 20% per l'acquisto di veicoli di soccorso” la “conferma all'articolo 102 dell'esenzione del canone radio, che inizialmente si voleva modificare, per la radiofrequenza usata da associazioni onlus come la Croce bianca o i Vigili del Fuoco ci ha visti soddisfatti” e la richiesta di una “clausola di salvaguardia e la tutela delle competenze e prerogative delle minoranze linguistiche”.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>