Politica
Ultima modifica: 20 Giugno 2018 alle ore 5:02

Piscina coperta di Aosta, chiusura dal 14 maggio a settembre per lavori

Aosta -La struttura vedrà una serie di interventi, dal costo di oltre 1 milione di euro: dal consolidamento agli accorgimenti statici e antisismici, fino ai lavori di efficientamento energetico e di sostituzione di parte della copertura.

Piscina di Aosta

Quattro mesi di chiusura, ed un lavoro radicale di ristrutturazione: la piscina regionale coperta in località Tzambarlet ad Aosta chiuderà il 14 maggio per riaprire, secondo i piani di piazza Deffeyes, a settembre. “Siamo pronti a partire con i lavori – ha spiegato l’Assessore regionale alle Opere pubbliche Mauro Baccega – e ne siamo ben lieti, dal momento che questo è un intervento previsto dal Piano Lavori. Quando si è pronti a partire siamo felici perché significa che non ci sono intoppi per procedere con il Cronoprogramma”.

Nel dettaglio, i lavori – che ammontano a 1 milione 038mila 960,92 euro che rientrano in parte nel Programma investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/2020 Fesr, in parte (efficientamento energetico) con Fondi Europei e in parti nel bilancio regionale – prevedono interventi di consolidamento delle componenti strutturali e la sostituzione di una parte della copertura. All’interno, oltre a lavori di adeguamento statico e miglioramento sismico verranno inserite anche opere di contenimento energetico – come la sostituzione di una parte dei serramenti e la coibentazione dell’involucro –, ma anche un impianto fotovoltaico per la produzione di energia attraverso fonti rinnovabili. Lavori di efficientamento che dovrebbero portare la classe energetica della struttura – attualmente classificata come “G” –, nei piani regionali, ad un miglioramento.

Riguardo il Cronoprogramma dei lavori – affidati all’ati composta da Besenval Costruzioni, Angelini Costruzioni e Impresa Costruzioni San Giorgio, con contratto ancora da stipulare – a Baccega spiega la scelta di lavorare, in gran parte, durante la “bella stagione”: “L’obiettivo è di quello di consegnare la piscina coperta ristrutturata e pronta per la stagione autunnale e invernale, per fornire di nuovo tutti i servizi agli utenti e alle scuole. Per questo motivo abbiamo programmato i lavori in estate, periodo nel quale il servizio può essere sostituito dalla piscina scoperta”.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>