Politica

Lanièce: “per la nomina del primario di chirurgia, nessuna pressione da parte nostra”

Aosta -Roberto Louvin, capogruppo dell'Alpe ha chiesto questa mattina, in apertura dei lavori del Consiglio regionale, spiegazioni sulle notizie apparse nei giorni scorsi relative alle presunte pressioni al Direttore dell'Usl per la nomina del primario.

Roberto Louvin, capogruppo dell'Alpe ha chiesto questa mattina, in apertura dei lavori del Consiglio regionale, spiegazioni sulle notizie apparse nei giorni scorsi relative alle presunte pressioni al Direttore dell'Usl per la nomina del primario.

Nessuna pressione vi sarebbe stata da parte dell’Amministrazione regionale al Direttore dell’Usl, Stefania Riccardi, per la nomina del primario di chirurgia vascolare. A sostenerlo è l’Assessore regionale alla Sanità, Alberto Lanièce rispondendo al capogruppo dell’Alpe Roberto Louvin.  “E questo è stato confermato – ha sottolineato Lanièce –  anche dallo stesso Direttore generale con una lettera a La Stampa, in cui è stato scritto che in questa situazione gli interventi sono giunti non da amministratori politici, ma da altri ambiti.”

Louvin ha portato questa mattina in Consiglio regionale la questione della nomina di Peinetti che, come riportato dal quotidiano La Stampa nei giorni scorsi “sarebbe stata discussa, prima ancora della sua conclusione, in una riunione del gruppo consiliare regionale dell'UV”.

“Non siamo per nulla convinti di quanto ci ha detto – la replica di Louvin all'Assessore-  Forse tra le sue competenze rientra il dono della divinazione. Non si tratta solo di una mossa maldestra, qui sono state violate elementari regole amministrative. La nostra è una disapprovazione totale, che si unisce allo sdegno e alle preoccupazioni espressi dalla categoria dei medici e dalle organizzazioni sindacali.”

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>