Politica

In Alta Valle la Lega, ad Aosta e dintorni il M5S mentre gli unionisti tengono in Bassa Valle

Aosta -Il Carroccio conquista Cogne, Courmayeur, La Salle, Pré-Saint-Didier e Morgex. Aosta e la Plaine sono del M5S mentre in Bassa Valle l'Uv perde voti ma ha in mano la maggioranza dei comuni.

Elisa Tripodi e Albert Lanièce

La Bassa Valle autonomista, Aosta e la Plaine grillina, l’Alta Valle leghista. Appare così la Valle d’Aosta guardando ai risultati dei singoli comuni.

Il Carroccio pone la bandierina a Cogne dove sia Distort che Sammaritani si impongono sulla coppia grillina Tripodi-Mossa, a La Salle (al Senato è pareggio fra Lanièce e Sammaritani) e a Courmayeur dove invece al secondo posto finiscono Marcoz di “Per tutti, pour tous e pe tcheut” alla Camera e Lanièce per il Senato. A Pré-Saint-Didier la Lega si impone con Sammaritani al Senato mentre alla Camera Tripodi è davanti a Distort di 4 voti. A Morgex un solo voto separa Tripodi da Distort mentre al Senato Lanièce supera di 11 voti Sammaritani.

Unica eccezione in Valdigne è La Thuile dove la coppia Favre-Lanièce vince battendo di una manciata di preferenze Marcoz-Trione.

La Lega Nord viaggia forte anche nelle due Challand con Luca Distort davanti ad Alessia Favre mentre al Senato, anche se per pochi voti, la spunta Albert Lanièce su Paolo Sammaritani.

Nella Plaine i grillini fanno incetta di voti. Ad Aosta Luciano Mossa supera di circa 400 preferenze il riconfermato senatore Albert Lanièce mentre alla camera Tripodi è davanti di 110 voti a Giampaolo Marcoz. Altri comuni pentastellati sono: Charvensod, Fénis, Gignod, Gressan, Pollein, Quart, Roisan, Saint-Christophe, Saint-Marcel, Saint-Nicolas, Saint-Pierre (paese di Alessia Favre), Sarre, Valpelline. In media e bassa Valle i 5 Stelle conquistano Chambave, Gressoney-La Trinité, Pontey e Saint-Denis.

Il rossonero è il colore che va invece per la maggiore in Bassa Valle. Favre-Lanièce vincono di gran lunga a Arnad, Bard, Brusson (paese di Augusto Rollandin), Chamois, Champdepraz (paese di Albert), Champorcher, Donnas, Emarèse, Fontainemore, Gaby, Gressoney-Saint-Jean,  Issime, Issogne, Lillianes, Montjovet,  Perloz, Pontboset, Pont-Saint-Martin, Valtournenche, Verrayes e Verrès. Più risicata la vittoria a Torgnon dove solo poche preferenze dividono l’accoppiata unionista da quella della coalizione fra Alpe, PnV e Stella Alpina.

Favre-Lanièce risultano i più votati anche a Doues, Jovencan (paese di Laurent Viérin) Etroubles, Ollomont, Oyace, Rhemes-Saint-Georges, Saint-Oyen, Saint-Rhémy-en-Bosses, Valgrisenche, Valsavarenche e Villeneuve. Ad Hone, roccaforte di Uvp, Tripodi è davanti a Favre di una ventina di voti mentre Lanièce supera Mossa di 10 preferenze. 

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>