Politica

Fratelli d’Italia chiama la Lega: alle regionali serve un Centrodestra unito

Aosta -Il movimento guidato da Zucchi si dice soddisfatto per il risultato alle Politiche, ma chiama il Carroccio per le elezioni di maggio: "la speranza è che prevalga il buon senso e che il Centrodestra si presenti unito alla Lega, cui spetta il ruolo guida".

Alberto Zucchi

Anche Fratelli d’Italia Valle D’Aosta – il movimento coordinato da Alberto Zucchi – commenta il risultato delle Elezioni politiche di domenica scorsa. Anzitutto c’è soddisfazione per i voti ottenuti in coalizione con Forza Italia e Nuova Valle d’Aosta sotto la lista Centrodestra valdostano che proponeva i candidati Navarra e Melgara: “Il segnale politico che emerge in maniera inconfutabile porta alla luce il forte malcontento e la crescente tensione che animano la maggior parte dei cittadini/elettori Valdostani, sovvertendo gli equilibri politici che fino a pochi mesi fa hanno contraddistinto il panorama partitico regionale”.

Non è tutto oro ciò che luccica, però. Fratelli d’Italia, infatti, si rammarica per i numeri che avrebbe però potuto avere un Centrodestra unito, soprattutto vista la performance della Lega: “Nell’aria si respira in maniera tangibile la voglia di cambiamento ed a ricoprire il ruolo di protagonisti in tale nuovo panorama sono il Centro Destra Unito ed il Movimento 5 Stelle. In particolare, il Centro Destra, se fosse stato unito in Valle D’Aosta con la Lega di Salvini come a livello nazionale e nelle regioni in cui già governa, avrebbe potuto esprimere, numeri alla mano, sia il Senatore che il Deputato nel collegio uninominale della nostra regione, sancendo un risultato storico per tutti i partiti coinvolti”. 

Progetto per il quale il Centrodestra è intenzionato a lavorare per maggio: “Fratelli d’Italia Valle D’Aosta esprime la fondata speranza che al prossimo importante appuntamento elettorale regionale prevalga il buon senso e che il Centro Destra si presenti unito alla Lega a cui andrà riconosciuto il giusto ruolo di guida della coalizione sancito dagli elettori sia a livello nazionale che locale. Solamente così si potrà concorrere per la prima volta nella nostra storia all’ambizioso quanto concreto obiettivo di governare la Valle D’Aosta".

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>