Politica

Forte di Bard, Bertin: “Un bando europeo per trovare esperti di livello internazionale”

Aosta -Il consigliere di Alpe interviene sulle notizie sulle indagini a carico di Accornero e Lévèque. "La responsabilità delle nomine, recenti o passate, ricade interamente sul governo regionale".

Forte di Bard

"La responsabilità delle nomine, recenti o passate, ricade interamente sul governo regionale". A scriverlo oggi in un post su Facebook è il consigliere di Alpe, Alberto Bertin, commentando le recenti notizie di cronaca sulle indagini a carico di Gabriele Accornero e Massimo Lévèque. "Chi risulta indagato e accusato di gravi reati è giusto che, per il bene di tutti, a cominciare dal suo, consideri un passo indietro" aggiunge Bertin.

Il consigliere di Alpe auspica, quindi, un cambiamento organizzativo al Forte di Bard. "La sede espositiva sta finalmente raggiungendo livelli apprezzabili – scrive Bertin –  e perciò dovrebbe essere affidata al più presto, attraverso un bando europeo, a professionalità di livello internazionale in grado di garantirne un ulteriore sviluppo e farla diventare un punto di riferimento culturale e un'attrazione turistica in Europa."

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>